Export: i vini Doc Sicilia entrano nella Nomenclatura combinata europea

“I vini Doc di Sicilia e il Prosecco entrano nella Nomenclatura Combinata europea con un proprio codice. Un doppio successo per il nostro Paese perché siamo riusciti ad implementare i codici di nomenclatura dei vini italiani, superando l’orientamento comunitario che puntava alla sua riduzione, introducendo due nuove, importanti, aree produttive. Una nuova affermazione del “Sistema Paese” frutto dell’impegno congiunto di Unione Italiana Vini, dei Consorzi e dell’Agenzia delle Dogane che si è dimostrata attenta e sensibile alle nostre istanze e determinata nei confronti delle autorità comunitarie. Una partnership, quella con l’Agenzia delle Dogane, che dovrà proseguire in futuro verso nuovi obiettivi sui quali abbiamo già iniziato a confrontarci”.

Con queste parole Antonio Rallo, presidente Unione Italiana Vini, commenta la nuova proposta della Commissione Europea in materia di Nomenclatura Combinata (NC) del vino che entrerà in vigore il 1° gennaio 2017, nella quale, a seguito dell’azione di sensibilizzazione di Unione Italiana Vini verso le autorità nazionali e comunitarie – Agenzia delle Dogane e DG Taxud della Commissione Europea – rispetto alle priorità espresse dal settore, vengono recepite integralmente le richieste presentate dal nostro Paese.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com