Amministrative: sorprese e curiosità nei 128 comuni al voto in Sicilia

Il dato piu’ significativo in Sicilia e’ la vittoria al primo turno, con oltre il 46% dei consensi, nonche’ la riconferma del sindaco uscente di Palermo, Leoluca Orlando, che ha avuto la meglio su Fabrizio Ferrandelli candidato dei “coraggiosi” e sul grillino Ugo Forello. Orlando ha superato il 40 per cento delle preferenze, quota che per la legge siciliana consente l’elezione al primo turno. Mentre a Trapani, sconvolta dalle inchieste giudiziarie, si andra’ al ballottaggio tra Mimmo Fazio e Pietro Savona, quest’ultimo sostenuto tra gli altri dal Pd. E’ rimasto fuori dalla sfida, con grande sorpresa, il senatore Antonino D’Ali’. Sono questi i risultati delle elezioni amministrative nei due principali capoluoghi di provincia dell’isola, dove si e’ votato in 128 comuni. Unico comune denominatore la sconfitta del M5s. E lo spoglio che ha proceduto a rilento. Ancora i dati in diversi comuni non sono definitivi. E’ il caso di Termini Imerese, in provincia di Palermo, dove si andra’ al ballottaggio tra Francesco Giunta del centrodestra e Vincenzo Fasone, che ha avuto la meglio per soli 40 voti sul candidato Armando Di Liberto del M5s, che ha annunciato ricorso ed il riconteggio delle schede. Invece, con grande sorpresa, a Lampedusa il sindaco uscente Giusi Nicolini e’ stata battuta da Salvatore Martello, detto Toto’, che ritorna sullo scranno di primo cittadino dopo 15 anni. Tra le curiosita’ a Militello Val di Catania, paese natale di Pippo Baudo, e’ stato eletto sindaco Giovanni Burtone, parlamentare del Pd.

Mentre in quattro comuni era in corsa un solo sindaco, senza rivali. Affinche’ l’elezione fosse valida era necessario che andasse a votare il 50% piu’ uno degli elettori aventi diritto, come e’ accaduto. Cosi’ Orlando Russo e’ stato eletto sindaco di Castelmola, in provincia di Messina, e l’uscente Alessandro Portaro e’ stato rieletto primo cittadino di Castroreale, sempre nel messinese. Stessa situazione, sempre in provincia di Messina, a Motta d’Affermo, dove in corsa c’era solo Sebastiano Adamo; ed a Gangi, in provincia di Palermo, dove e’ stato eletto Francesco Migliazzo, unico candidato in lizza. Diverse le riconferme come a Cefalu’, dove e’ stato rieletto Rosario Lapunzina del Pd. Ma anche i ritorni di fiamma, come a Caccamo, nel palermitano, dove torna alla guida del comune il medico Nicasio Di Cola; o a Castelbuono, sempre in provincia di Palermo, dove e’ stato eletto sindaco Mario Cicero. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com