Si potranno usare gli abbonamenti online mentre si viaggia nell’Ue

(askanews) – Gli abbonati europei a film, eventi sportivi, musica e serie TV online potranno accedere a questi contenuti durante un soggiorno all’estero in un altro paese Ue. Il Parlamento Ue ha dato il suo via libera alle nuove regole su questi servizi, con 586 voti favorevoli, 34 contrari e 8 astensioni, secondo quanto riporta un comunicato. La legislazione deve essere ancora approvata formalmente dal Consiglio dei Ministri Ue, dopodiché gli Stati membri avranno nove mesi di tempo per approvare le nuove regole.

Si tratta dell’accesso agli abbonamenti online mentre si è in un altro paese dell’Unione. Sono previsti controlli sulla residenza dell’utente per evitare la violazione dei diritti d’autore e misure a tutela degli utenti per la protezione dati e la privacy.

Attualmente, i cittadini che visitano un altro Paese Ue spesso non possono accedere a servizi e contenuti online, come film, serie TV, musica, videogiochi ed eventi sportivi, anche se pagano un abbonamento nel loro Paese d’origine. Le nuove regole, che erano state concordate con il Consiglio a febbraio 2017, rimuoveranno le restrizioni esistenti in modo che i cittadini Ue possanno accedere a servizi come Netflix, Hbo Go, Amazon Prime, Spotify, Deezer mentre sono in un altro Paese UE per vacanze, studio o lavoro.

I fornitori di servizi con contenuti online potranno prendere misure “efficaci e ragionevoli” per verificare che l’abbonato non si è trasferito definitivamente in un altro paese Ue, poiché le licenze sui diritti d’autore possono essere diverse da un paese all’altro. Tra i metodi di verifica consentiti ci sono il controllo della carta d’identità, dei dettagli di pagamento, delle informazioni fiscali pubbliche, delle informazioni postali o dell’indirizzo IP.

Gli operatori, prosegue la nota, devono garantire tuttavia che qualsiasi trattamento di dati personali sia proporzionato allo scopo e devono introdurre delle tutele, specialmente per i controlli degli indirizzi IP.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com