Fondi Ue, lunedì a Palermo un laboratori promosso dall’eurodeputata Chinnici

 

Le vie dirette di finanziamento offerte dai programmi dell’UE e i metodi per sfruttarle. Una chance importante anche per il mondo delle professioni, che lunedì mattina (22 maggio) con inizio alle 9 nell’aula magna di Giurisprudenza a Palermo (via Maqueda 172) sarà al centro di un laboratorio intitolato “Sicilia chiama Europa 2.0 – Workshop sulle opportunità offerte dall’Unione Europea: i progetti europei per le professioni tecniche”.

L’incontro è organizzato dall’eurodeputata Caterina Chinnici e dal gruppo S&D del Parlamento Europeo in collaborazione con gli ordini degli Ingegneri, degli Architetti e dei Commercialisti di Palermo e con l’ordine regionale dei Geologi.

I fondi UE a gestione diretta, cioè quelli erogati dalla Commissione Europea senza il tramite di Stato e Regioni, formano un budget da decine di miliardi potenzialmente alla portata di tutti. Ben pochi, però sono gli operatori economici siciliani che riescono ad accedervi. Per cogliere le opportunità, infatti, è fondamentale sapere come strutturarsi, anche attraverso il partenariato, come impostare una proposta progettuale, come rispondere agli avvisi europei. A illustrare tutto questo saranno due esperti, Matteo Lazzarini, segretario generale della Camera di Commercio Belgo-Italiana di Bruxelles, e Tiziana Carlino, europrogettista e policy advisor della Camera di Commercio Italiana di Lione.

“Con queste azioni formative e informative – sottolinea Caterina Chinnici – vogliamo fornire ai vari operatori economici dell’Isola alcuni strumenti di conoscenza, per esempio su standard progettuali e procedure, essenziali per poter usufruire dei finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea, che possono rappresentare una grande risorsa per l’economia della nostra regione. Proprio in materia di fondi diretti, a dispetto di una buona performance nazionale, la Sicilia esprime una bassa percentuale di soggetti beneficiari e spesso la causa sta proprio nella difficoltà di destreggiarsi tra le regole e i criteri fissati nei bandi”.

Il seminario è aperto agli appartenenti a tutte le categorie professionali e a chiunque sia interessato.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com