Immigrazione: cresce numero stranieri in Sicilia, sono 183 mila

Al 1° gennaio 2016 gli stranieri residenti in Sicilia sono 183.192, il 3,6% della popolazione regionale. Si conferma la contrazione dei ritmi di crescita dei cittadini stranieri nel corso degli ultimi anni. L’aumento rispetto all’anno precedente e’ del 5,2% (+9mila unita’). Diversamente dal dato nazionale dove la componente femminile rappresenta il 52,6% del totale, in Sicilia gli uomini costituiscono il 51,1% della popolazione straniera. Il dato e’ contenuto nel IV rapporto migrazioni in Sicilia 2016. Se a livello nazionale continua a ridursi il contributo positivo alla natalita’ generato dalle collettivita’ straniere, i nuovi nati in Sicilia da genitori entrambi stranieri passano dai 2.161 del 2014 ai 2.229 del 2015, con un’incidenza sul totale dei nuovi nati del 5,2%. I dati relativi agli ultimi 3 anni (dal 2013 al 2015), evidenziano tassi di fecondita’ mediamente piu’ elevati (superiori o uguali a 2 figli vs 1,3 figli) ed eta’ medie inferiori (quasi 28 anni vs 31 anni) per le madri straniere. Nel 2015, si registra rispetto all’anno precedente una flessione sia dei matrimoni con sposi entrambi stranieri, sia delle celebrazioni con sposa italiana e sposo straniero. Il rito prescelto e’ quello civile. Delle 20.638 unioni civili e religiose registrate nel corso dell’anno in Sicilia, sono 1.087, il 5,3% delle unioni dell’Isola, quelle in cui almeno uno sposo e’ straniero. In 711 casi lo sposo e’ italiano e la sposa straniera, in 188 casi lo sposo e’ straniero e la sposa e’ italiana.

Gli uomini siciliani hanno sposato soprattutto donne provenienti dall’Est Europa, mentre le donne siciliane hanno scelto in prevalenza cittadini tunisini, marocchini e rumeni. La percentuale piu’ alta di unioni tra sposi entrambi stranieri in Sicilia ha riguardato soprattutto i cittadini di nazionalita’ rumena (25,2%). Nel 2014 rispetto all’anno precedente si riduce il numero di separazioni tra coppie miste (da 4,4% a 3,9%) e delle separazioni con moglie italiana per nascita e marito straniero o italiano per acquisizione (da 34,9% a 26,6%), ma aumenta il numero delle separazioni con marito italiano per nascita e moglie straniera o italiana per acquisizione (da 65,1% a 73,4%). Il numero dei divorzi delle coppie miste rimane pressoche’ stabile negli ultimi tre anni. La durata media del matrimonio e’ di 13 anni. Si abbassa la percentuale dei divorzi con marito italiano per nascita e moglie straniera o italiana per acquisizione (dal 75,5% del 2013 al 64,4% del 2014) e aumentano invece i divorzi con moglie italiana per nascita e marito straniero o italiano per acquisizione (dal 24,5% del 2013 al 33,6% del 2014). Al 1° gennaio 2016 i cittadini rumeni, con 53.189 presenze, continuano a primeggiare la classifica delle nazionalita’ presenti in Sicilia (+2.417 unita’ rispetto al 1° gennaio 2015). Seguono i cittadini stranieri provenienti dalla Tunisia (19.244), dal Marocco (14.840), dallo Sri Lanka (13.452) e dal Bangladesh (8. 134).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com