Palermo. Seminario su etica e codici di comportamento nella filiera agrumicola

Principi di responsabilità sociale di impresa; etica degli affari; comportamento aziendale; norme e codici di comportamento. Sono questi i temi al centro del seminario gratuito e aperto al pubblico “Business Ethics e codici di comportamento”, che si terrà domani, venerdì 10 marzo dalle ore 9 alle ore 13 nell’Aula Magna del Collegio Universitario Arces, in Vicolo Niscemi n. 5 a Palermo.

Durante il seminario verrà presentato il Regolamento etico del Consorzio di Tutela Arancia di Ribera DOP: Riberella.

Il seminario è l’ultimo appuntamento formativo del progetto Social Farming. Agricoltura sociale per la filiera agrumicola siciliana, organizzato dal Distretto Agrumi di Sicilia e Alta Scuola Arces, con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation. All’interno del progetto sono stati realizzati 8 corsi di formazione frequentati da circa 150 fra giovani, donne, disoccupati e migranti e 8 seminari formativi aperti al pubblico a cui hanno preso parte centinaia di partecipanti.

Il seminario in Business Ethic e comportamento aziendale, durerà 4 ore e si aprirà con i saluti del Prof. Giuseppe Giordano, presidente di Arces, di Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia e di Salvatore Fiore, presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Palermo. Quindi – moderati dall’agronomo esperto in Agroalimentare, Ambiente, Comunicazione e Cooperazione sociale, Ivana Calabrese – gli interventi dei relatori: Fabrizio Russo di Arces su “Introduzione alla Business Ethics”, Giuliana Genco di  Agroqualità Spa – Filiere Agroalimentari socialmente responsabili, Giuseppe Pasciuta presidente del Consorzio di tutela Arancia di Ribera DOP sul Regolamento etico del Consorzio; Salvatore Cacciola di Rete Fattorie sociali Sicilia su Agricoltura sociale in Sicilia: prospettive e buone prassi; Luciano D’Angelo di SO.SVI.LE Soc. coop. su Cooperazione e beni confiscati.

“Il Consorzio dell’Arancia di Ribera Dop ha sentito l’esigenza di darsi delle norme comportamentali condivise con tutti i soci, anche in seguito ad alcuni comportamenti rilevati nella precedente stagione agrumicola – spiega Giuseppe Pasciuta, presidente del consorzio Arancia di Ribera Dop e vice presidente del Distretto agrumi di Sicilia -. Nel regolamento che presenteremo abbiamo inserito una serie di norme etiche che raccomandano correttezza e lealtà in tema di indipendenza ed obiettività. L’art. 5, ad esempio, precisa che il “comportamento di un consorziato deve essere consono alla dignità e al decoro dell’attività di produttore e confezionatore dell’Arancia di Ribera Dop e Riberella”. Inoltre sono previste disposizioni su concorrenza leale, cooperazione e rispetto tra i consorziati. Abbiamo inoltre previsto, all’interno dello stesso regolamento – aggiunge Pasciuta – gli ambiti di applicazione e le eventuali sanzioni che il consorzio può decidere di applicare a chi contravviene al regolamento etico: censura con diffida, sanzione pecuniaria e, nei casi più gravi, l’esclusione dal consorzio”.

La partecipazione al seminario dà diritto a crediti formativi per i dottori agronomi iscritti all’albo professionale. Per partecipare al seminario è sufficiente registrarsi a questo link:

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com