Confcommercio dichiara guerra agli abusivi: “Servono più controlli”

“L’abusivismo comporta una concorrenza sleale. Stesso mercato, stesse regole per tutti. Gli imprenditori sani, che si adeguano al rispetto delle regole, pur con tante difficolta’ perche’ le norme sono veramente stringenti e a volte complicate, meritano tutto il nostro rispetto e la nostra tutela rispetto al tema dell’abusivismo, e ancora peggio nel caso in cui subiscano addirittura una attentato”. Lo ha detto la presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, conversando con i giornalisti, presso la sede di via Emerico Amari, dove si e’ tenuto un incontro per fare il punto sulla lotta all’abusivismo nel commercio nel capoluogo siciliano alla luce dell’azione intimidatoria contro Francesco Capizzi, titolare del pub ‘Fuso Orario’, di piazza Olivella. All’incontro hanno partecipato, oltre a Di Dio e allo stesso Capizzi, l’assessore comunale alle Attivita’ Produttive Giovanna Marano e altri due imprenditori che fanno parte del comitato di quartiere Olivella-Monteleone, che chiedono “maggiori controlli, soprattutto da parte delle forze dell’ordine”. “Occorre fare quadrato attorno agli imprenditori che subiscono un attacco – ha sottolineato Di Dio -. Lo devono fare tutte le forze positive in gioco, come le associazioni di categoria, gli imprenditori, l’amministrazione comunale e chi vive nel territorio: non c’e’ solo un problema di abusivismo ma anche di controlli e di sicurezza. Gli imprenditori sani hanno il bisogno e il diritto di portare avanti la propria impresa con la garanzia della sicurezza. Lo Stato non puo’ solo imporre le regole ma deve anche essere vicino ai cittadini che le rispettano. I controlli sono essenziali: chi rispetta le regole deve essere premiato, non subissato dai controlli, comunque legittimi, e anche dalla concorrenza sleale degli abusivi. Voglio esprimere la nostra solidarieta’ e vicinanza a Capizzi, che ha subito un attentato vile e deprecabile e che non deve essere lasciato solo”. Un altro tema posto dagli imprenditori presenti alla riunione e’ quello del decoro, della pulizia e della raccolta dei rifiuti. Di Dio ha annunciato l’intenzione di proporre al Comune, nei prossimi giorni, una soluzione sulla scia dell’intesa con Comieco e con l’amministrazione, che durante le ultime feste natalizie ha portato all’ideazione della “Via del cartone” per il riciclo degli scarti di carta e cartone in una ventina di strade commerciali cittadine: “Vogliamo riprodurre queste soluzioni virtuose. La ‘Via del cartone’ non e’ piu’ un esperimento ma una soluzione stabile, che ha avuto successo tra i commercianti e che va avanti. Se il rifiuto viene gestito bene diventa una risorsa, anche per le casse del Comune. Nei prossimi giorni incontreremo il presidente della Rap per ragionare sulla possibile ripetizione di quell’accordo, magari differenziandolo di zona in zona in base alle esigenze”, ha detto Di Dio.
(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com