Banca Intesa rafforza Banca dei Territori. Monceri capo nuova direzione Lazio, Sardegna e Sicilia

È stata varata oggi la nuova organizzazione della
divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo, con l’istituzione di una nuova direzione
regionale e la nomina di quattro direttori regionali.
Il riassetto avviene a distanza di un anno dall’insediamento di Stefano Barrese a capo della
Divisione che con circa 3.800 filiali include il business retail, la consulenza alle PMI con
fatturato fino a 350 milioni di euro, oltre alle società attive nell’intermediazione
immobiliare (Intesa Sanpaolo Casa), finanza d’impresa (Mediocredito Italiano) e non –
profit (Banca Prossima).
Le sette direzioni regionali diventeranno così otto dal primo gennaio, con quattro nuove
nomine tra i direttori regionali: a Milano si insedia Mauro Federzoni a capo della
direzione regionale Milano e Provincia che conta circa 300 filiali. Sostituisce Alessandro
D’Oria, che assumerà un nuovo incarico nel Gruppo.
58 anni, emiliano, Federzoni ha sviluppato la sua carriera internamente al Gruppo Intesa
Sanpaolo ricoprendo diversi incarichi manageriali in ambito commerciale e nella gestione
dei crediti e nel segmento imprese in varie sedi italiane del Gruppo.
A Bologna il 45enne fiorentino Tito Nocentini, dopo una lunga esperienza manageriale in
ambito retail in diverse sedi del Gruppo, guiderà la direzione regionale Emilia Romagna,
Marche Abruzzo e Molise, con circa 500 filiali.
A capo della direzione regionale Toscana e Umbria con circa 400 filiali si insedia Luca
Severini, 56 anni originario di Siena, che torna a Firenze dopo aver diretto anche la
direzione regionale Emilia Romagna, Marche, Abruzzo e Molise, mentre il varesino
Pierluigi Monceri, 54 anni, guiderà la neo costituita direzione regionale Lazio,
Sardegna e Sicilia con sede a Roma e oltre 500 filiali, dopo aver diretto la direzione
regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Quest’ultima macro-area è stata, infatti,
suddivisa per favorire lo sviluppo del business del Gruppo Intesa Sanpaolo in aree
strategiche che saranno presidiate proprio da Severini e Monceri a partire dal 2017.

Nelle altre quattro aree della Banca dei Territori, alla testa della direzione regionale
Piemonte, Val d’Aosta e Liguria resta Cristina Balbo, Paolo Graziano mantiene la guida
della Lombardia, Renzo Simonato resta a capo della direzione regionale Veneto, Friuli
Venezia Giulia e Trentino Alto Adige e Francesco Guido manterrà la direzione regionale
Campania, Basilicata, Calabria e Puglia.
“La Banca dei Territori è la più grande banca al servizio delle famiglie e delle piccole e
medie imprese del Paese che, grazie a una rete di gestori agile e strutturata, potrà
raggiungere gli obiettivi importanti indicati dal piano industriale di Gruppo e proporsi
sempre più come cassaforte del risparmio delle famiglie e motore di crescita delle imprese”
– ha dichiarato Stefano Barrese, responsabile divisione Banca dei Territori di Intesa
Sanpaolo. “L’aggiornamento della struttura consentirà una maggiore focalizzazione nei
territori impattati, declinando accordi e partnership con i più importanti operatori nei settori
trainanti per l’economia del Paese e valorizzando in maniera più capillare la forza del
Gruppo Intesa Sanpaolo”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com