Siracusa. Senza stipendio i dipendenti ex-Provincia in sciopero

“Grande partecipazione dei lavoratori di Siracusa Risorse e Libero Consorzio allo sciopero di oggi, indetto per chiedere alla Regione Siciliana di stanziare le risorse per pagare i debiti contratti con l’ex provincia di Siracusa e consentire cosi’ il pagamento degli stipendi arretrati dei circa 700 lavoratori coinvolti”. Lo dichiara il segretario provinciale dell’Ugl Siracusa, Antonio Galioto, a margine della protesta, evidenziando come “sia inaccettabile che i dipendenti di societa’ partecipate pubbliche non vengano retribuiti per il lavoro prestato, da ben 8 mesi quelli di Siracusa Risorse e da 5 i lavoratori di Libero Consorzio. Ed e’ altrettanto grave che queste persone siano costrette ad azioni eclatanti, come salire sulle ciminiere di vecchi container di grano, per far sentire la propria voce alle istituzioni”. “Abbiamo incontrato i vertici della Prefettura di Siracusa – aggiunge – e abbiamo chiesto che intervengano sia per mediare con la Regione sia per chiedere all’Abi di sospendere le rate di mutui e prestiti per i lavoratori. Ci aspettiamo che i deputati regionali, chiamati a votare il bilancio di assestamento, si assumano le proprie responsabilita’ e non voltino le spalle alle 700 famiglie che chiedono il rispetto di diritti garantiti dalla Costituzione”. “Da oggi – conclude Galioto – i lavoratori sono in assemblea permanente”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com