Distretto Agrumi, martedì 15 assemblea di filiera per nuovo patto di sviluppo

 

“Insieme per crescere” è il filo conduttore dell’assemblea di filiera convocata dal Distretto Agrumi di Sicilia per domani, martedì 15 novembre, alle ore 15 al centro congressi Gelso Bianco di Catania, per la definizione e l’approvazione del nuovo Patto di Sviluppo Distrettuale.

Sono stati invitati a partecipare le imprese, i consorzi di tutela, le organizzazioni di categoria, gli enti di ricerca e gli enti locali della filiera agrumicola per concordare, tutti insieme, il nuovo Patto di Sviluppo distrettuale e avviare così l’iter per il rinnovo del riconoscimento presso la Regione Sicilia.

Un passaggio di grande importanza perché si gettano le basi affinché l’agrumicoltura siciliana abbia un impatto unitario e di ancora maggiore forza sia sui mercati nazionali e internazionali sia nei confronti delle istituzioni che devono attuare provvedimenti per la tutela e la valorizzazione della produzione agrumicola siciliana.

«E’ dunque il momento di fare squadra, con più convinzione e ancora di più di quanto è stato fatto sino ad oggi – afferma Federica Argentati -. Il nuovo Patto di Sviluppo nasce con un’ottica innovativa e partecipativaTutte le realtà della filiera sono state invitate ad analizzare, discutere e proporre gli obiettivi del nuovo Patto di Sviluppo del Distretto Agrumi di Sicilia. Ripartiamo – spiega ancora Argentati – innanzitutto da un confronto con le imprese, a partire da quelle della produzione, a cui chiediamo di fare presenti esigenze e proposte; e poi dai documenti prodotti in varie occasioni: da quelli predisposti dalle organizzazioni di categoria a quelli derivanti da confronti diretti con esse e con le imprese in occasione di iniziative promosse o sostenute anche dal Distretto, dalle proposte già avanzate dal mondo della ricerca scientifica e quelle strategiche dei diversi Consorzi di Tutela. Solo insieme, uniti, avremo la forza di imporre le esigenze del comparto al tavolo convocato dal Ministero delle Politiche Agricole che ci auguriamo porti a un Piano di Settore agrumicolo nazionale che chiediamo da tanto tempo e che deve essere espressione delle esigenze che vengono anche dal comparto agrumicolo siciliano, il più grande d’Italia».

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com