Mercato immobiliare etneo: torna un prezzo equo

È più dinamico il mercato immobiliare etneo del primo semestre 2016 che registra una diminuzione delle quotazioni delle abitazioni di Catania dell’1,4% ma dimostra più fermento specie nelle aree centrali della città rispetto alle periferie. Lo confermano i dati presentati da Tecnocasa sul mercato immobiliare della provincia nel primo semestre dell’anno. Aumenta il numero di compravendite a Catania nei primi sei mesi del 2016: in città sono state registrate 1.300 transazioni, in aumento del 31,7% rispetto all’anno scorso, mentre la provincia chiude con 2.359 (+17,2%).

“Siamo finalmente tornati a un prezzo equo del mercato immobiliare. – spiega Calogero Curcio, responsabile regionale di Tecnocasa – La crisi è riuscita quindi a rendere più equilibrata la situazione del settore risolvendo il problema dei prezzi troppo alti. Nasce da questo aspetto la maggiore dinamicità del mercato e la crescita del numero delle compravendite. E questo ci fa guardare al futuro con grande ottimismo”.

In centro cittadino sono molto attivi gli investitori, si tratta di genitori di studenti, piccoli risparmiatori o imprenditori che vogliono avviare B&B o affittacamere. L’analisi della domanda vede una maggiore concentrazione delle richieste sul trilocale (44,9%), seguita dal bilocale (25,6%). I potenziali clienti esprimono budget fino a 119 mila euro nel 45,6% dei casi e tra 120 e 169 mila euro nel 31,3% dei casi. L’andamento dei canoni di locazione vede una contrazione dello 0,5% sui bilocali e dell’1% sui trilocali.

 

Autore: Alessandra Bonaccorsi

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com