TLC: Banda ultralarga, in Sicilia Palazzolo Acreide comune virtuoso

Palazzolo Acreide e’ uno dei comuni ‘virtuosi’ del progetto “Banda Ultra Larga” in Sicilia relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica, che ha l’obietivo di favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea. Grazie alla collaborazione tra pubblico e privato, infatti, ad oggi sono gia’ stati realizzati piu’ del 70% degli interventi complessivi previsti nel comune siracusano. Questo particolare primato di Palazzolo Acreide nell’ambito del programma regionale e’ stato illustrato oggi da Claudio Forzano, Responsabile Access Operations Line Sicilia Est di Telecom Italia/TIM, Carlo Scibetta, Sindaco di Palazzolo Acreide, Gandolfo Librizzi, Capo Gabinetto Vicario Assessorato per l’Economia della Regione Siciliana, e Vincenzo Vinciullo, Presidente Commissione Bilancio Assemblea Regionale Siciliana. Fattori decisivi per il raggiungimento di questo importante risultato, che entro la fine del corrente mese portera’ Palazzolo Acreide ad essere uno dei primi tra i 142 comuni interessati dal programma a veder completati i lavori di cablaggio, sono stati la grande attenzione dell’Amministrazione comunale nell’agevolare i lavori di scavo attraverso il tempestivo rilascio dei permessi, l’utilizzo di circa 13 chilometri di infrastruttura pubblica in fibra ottica messa a disposizione da Infratel (circostanza che ha consentito di evitare ulteriori scavi, minimizzando gli impatti sulla cittadinanza, e di accelerare di conseguenza i tempi di realizzazione) e il forte impulso al programma da parte di Telecom Italia che ha messo in campo numerose squadre di tecnici e personale specializzato.

Telecom Italia si e’ aggiudicata il Bando per la Regione Siciliana emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso Infratel Italia, la societa’ “in house” del Ministero incaricata di attuare il Piano nazionale Banda Larga e il Progetto strategico Banda Ultra Larga, e approvato dalla Commissione Europea. Il programma, relativo alla concessione di un contributo per la realizzazione di nuove infrastrutture ottiche passive abilitanti alle reti NGAN in 142 nuovi comuni, prevede un investimento complessivo di oltre 106 milioni di euro cosi’ ripartito: 73 milioni di finanziamento pubblico messi a disposizione dalla Regione Siciliana tramite l’utilizzo dei fondi PAC e 33 milioni stanziati da Telecom Italia. Dall’avvio dei lavori avvenuto a settembre dello scorso anno, ad oggi, Telecom Italia ha gia’ realizzato oltre il 40% degli interventi complessivi previsti dal progetto, con piu’ di 2.000 armadi stradali collegati alla fibra ottica. “Siamo lieti che Palazzolo Acreide sia tra i primi Comuni del piano per lo sviluppo della banda ultralarga in Sicilia in cui TIM sta per completare i lavori per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica con tecnologia FTTC (fiber to the cabinet), che consentira’ a 8800 cittadini e alle imprese di questo territorio di usufruire di collegamenti a velocita’ da 30 a 100 Megabit/s – ha dichiarato Claudio Forzano, Responsabile Access Operations Line Sicilia Est di Telecom Italia/TIM -. Stiamo inoltre portando la fibra ottica direttamente all’interno di 10 sedi della Pubblica Amministrazione, tra cui la sede comunale, le scuole, le aree museali e gli edifici delle FFOO”.

“Al completamento dei lavori – ha aggiunto Forzano – avremo posato 49 km di cavi di cui solo 6,5 km con scavi, quasi interamente realizzati con la tecnica innovativa della minitrincea a basso impatto ambientale, utilizzando anche 13 km di rete di Infratel che ci hanno permesso di evitare 3 chilometri di scavi e la posa di 10 chilometri di rete aerea. Ringraziamo Il Sindaco e l’Amministrazione tutta per il sollecito rilascio delle autorizzazioni e la collaborazione durante lo sviluppo della nuova rete”. “L’amministrazione comunale ha prestato fin dall’inizio particolare attenzione al progetto per la realizzazione della banda ultra larga nel centro abitato, perche’ ritiene che l’accesso veloce ai servizi digitali innovativi consentira’ di superare le difficolta’ legate alla perifericita’ di questa zona interna e allo stesso tempo di creare nuove premesse di sviluppo per l’economia locale”, ha dichiarato Carlo Scibetta, Sindaco di Palazzolo Acreide. “Il progetto – ha affermato Gandolfo Librizzi, Capo Gabinetto Vicario Assessorato per l’Economia della Regione Siciliana – si inserisce nel quadro piu’ ambizioso di dotare entro il 2020 tutto il territorio regionale di una connettivita’ pari a quella del resto del Paese. Queste iniziative, per le quali e’ previsto l’impiego di risorse finanziarie per circa 160 milioni di Euro a valere sui diversi fondi statali e comunitari, contribuiranno al completamento del Piano Nazionale Banda Larga, alla realizzazione di una infrastruttura in Banda Ultra Larga nel territorio della Regione, alla realizzazione dell’infrastruttura di completamento della rete in banda ultralarga nella Pubblica Amministrazione regionale, compreso il settore sanitario, e a realizzare la connettivita’ nelle aree rurali”.

“La Commissione Bilancio dell’Assemblea Regionale Siciliana e Telecom Italia, insieme a Infratel – ha concluso Vinciullo -, hanno creduto nella realizzazione della Banda Ultra Larga in Sicilia sin dalla presentazione del progetto, investendo importanti somme per la realizzazione della rete in fibra ottica che fara’ della nostra Isola una vera protagonista della comunicazione veloce in Europa. Grazie all’attento lavoro dei componenti della Commissione Bilancio, si e’ anche evitata la perdita di un cospicuo finanziamento, cosa che avrebbe messo a serio rischio il progetto, strategico e indispensabile per il futuro della Regione”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com