Aeroviaggi acquisisce l’ex-Valtur di Pollina per 9 mln e ne programma altri 16,5 per ristrutturazione. Previste 50 mila presenza anno

Chiuso nel 2013, riaprirà nell’aprile del 2017. Parola di Antonio Mangia, tour operator siciliano che con la sua Aeroviaggi ha acquistato il villaggio turistico ex-Valtur di Pollina che da questo momento in poi si chiamerà “Pollina Resort”.

Con investimenti di 9 milioni il tour operator nativo di Geraci ha realizzato ciò che ad altri sembrava impossibile: liberare il villaggio Valtur, dell’ex patron Carmelo Patti, dalle pastoie burocratiche e dai contenziosi frutto delle vicissitudini degli ultimi anni e restituirlo al territorio e al turismo siciliano. Per realizzare l’intera operazione di acquisto (9 milioni di euro) e di ristrutturazione nei prossimi mesi (16,5 milioni di euro), Mangia si è avvalso della collaborazione di Unicredit, banca schierata al suo fianco nel finanziare l’intervento con un mutuo decennale. Ma il progetto prevede altresì l’intervento di Invitalia che dovrà intervenire (alla delibera sarebbe già stato dato l’ok) con un contributo a fondo perduto per il 25% e con un finanziamento a tasso molto basso per un restante 50% dell’intera operazione.

 

L’operazione di acquisizione,  è stata presentata oggi nel corso di una conferenza stampa da Antonio Mangia, Presidente di Aeroviaggi, Sebastiano Musso Regional Manager Sicilia di UniCredit e Magda Culotta, Sindaco di Pollina e Deputato della Repubblica..

“UniCredit”, ha sottolineato Musso, “è fortemente impegnata a ad investire nell’industria turistica. L’anno scorso abbiamo lanciato l’iniziativa UniCredit 4 Tourism, con l’obiettivo di sostenere gli operatori del settore affinché migliorino la propria offerta di accoglienza  e con una progettualità articolata e completa che non si limita al solo sostegno finanziario. In Sicilia, in un anno, abbiamo erogato oltre 55 milioni di finanziamenti ad imprese del settore turistico”.

 

Alla sua apertura il “Pollina Resort” occuperà 100 persone tra i servizi di ristorazione, accoglienza, intrattenimento e quant’altro. “Contiamo”, afferma Mangia, “di realizzare nella struttura 50 mila presenze l’anno il che comporterà un aumento di fatturato per il nostro Gruppo di circa 8 milioni annui, inclusi trasporto, trasferimenti ed escursioni”.

Il resort si sviluppa su 300.000 mq, conta circa 690 posti letto e ha una capacità ricettiva di 346 camere, di cui 250 con vista mare.   Il resort è dotato di 3 ristoranti, 3 bar, una discoteca e una pizzeria. Per la pratica sportiva sono previsti catamarani, canoa, 7 campi da tennis, beach volley, basket, pallavolo, calcetto e un completo fitness program e un  beauty center.

 

Attraverso l’acquisizione Aeroviaggi rafforza la sua leadership come primo operatore alberghiero per posti letto in Sicilia e Sardegna, con un totale di circa 9.700 posti letto, di cui 6.200 in Sicilia e 15 strutture alberghiere gestite (10 in Sicilia e 5 in Sardegna).

“Con l’acquisizione del Resort Pollina”, aggiunge Mangia, “Aeroviaggi consolida la sua posizione di primo tour operator per posti letto in Sicilia e Sardegna e prosegue la sua strategia di espansione e crescita in Italia. In un periodo di crisi del settore turismo, la società offrirà nuovi posti di lavoro e investirà nel territorio siciliano per il benessere dei suoi clienti italiani e francesi” ha dichiarato Antonio Mangia, Presidente di Aeroviaggi.

 

Nel 2015, il Gruppo Aeroviaggi ha fatto registrare circa 727.650 presenze, con un incremento del 6,28% rispetto allo scorso anno, e un fatturato pari a 72,5 milioni di euro con un incremento del 13% rispetto al 2014, che lo posiziona fra le prime società siciliane per fatturato. Aeroviaggi ha inoltre investito nel 2015 circa 4 milioni di Euro (oltre i 16,2 milioni di Euro, che saranno investiti per il Pollina Resort) per il restyling delle strutture alberghiere.

 

Gli alberghi adesso gestiti (4) o di proprietà (11) del Gruppo in Sicilia e Sardegna sono 15 (incluso il Resort Pollina), di cui 2 situati a Cefalù (Palermo) – Hotel Sporting e Resort Pollina –, 1 a Selinunte (Trapani) – Hotel Costanza Beach Club, 1 a Santa Maria del Focallo (Ragusa) – Hotel Rio Favara, 4 a Sciacca (Agrigento) – Hotel Lipari, Hotel Alicudi, Hotel Cala Regina, Hotel Torre del Barone – , 1 ad Augusta (Siracusa) – Brucoli Village, 1 a Belpasso (Catania), Hotel La Fenice, 2 a Santa Teresa di Gallura (Olbia) Marmorata Village e Cala Blu e 2 a Budoni (Olbia) Agrustos Village e Li Cucutti, 1 a Marina di Sorso (Sassari), Hotel Club del Golfo.

 

“Dopo anni di attese e di ricerche”, dice Magda Culotta sindaco di Pollina nonché deputato del Pd, “finalmente abbiamo trovato un imprenditore serio e affidabile. Mi auguro che la nuova gestione possa riqualificare la struttura, rilanciare il turismo su questo splendido tratto di costa e, soprattutto, garantire l’occupazione nel nostro territorio”.

 

Andrea Naselli

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com