Asta telematica, per la prima volta in Sicilia sarà gestita da notai palermitani

 

Sicurezza, tracciabilità, accessibilità dei cittadini e trasparenza. Sono alcune delle caratteristiche della RAN, Rete aste notarili, un sistema informatico che collega i notai italiani in grado di gestire le aste telematiche. La RAN è stata realizzata dal  Consiglio nazionale del Notariato in collaborazione con la società Notartel. Per la prima volta in Sicilia l’asta giudiziaria sarà gestita via web da notai ‘banditori’ dell’Aspep, l’Associazione notarile di procedure esecutive di Palermo, che si occuperà dell’aggiudicazione di un blocco di immobili del Fondo pensioni per il personale della Cassa centrale di Risparmio Vittorio Emanuele. Una dimostrazione pratica del sistema di utilizzo delle aste telematiche per la dismissione di patrimoni immobiliari pubblici e privati  è avvenuto nel corso della conferenza stampa  di giovedì 16 presso Palazzo Moncada a Palermo.

Le aste telematiche sono sicure perché eliminano il rischio di turbative e clonazioni, assicurano la tracciabilità degli atti e l’identificazione dei soggetti che partecipano alla procedura da un terminale remoto. Permettono di ampliare la platea di persone potenzialmente interessate all’immobile e nello stesso tempo di diminuire i costi per l’acquirente che non si deve spostare fisicamente presso la sede dell’asta, ma può  partecipare tramite i notai collegati alla piattaforma. Le aste telematiche garantiscono trasparenza, in quanto gli attori del sistema assistono in tempo reale a tutti gli eventi.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com