Unicredit: prima verifica piano industriale, in Sicilia 374 uscite entro 2 anni. Urzì (Cisl) “Occorrono assunzioni”

 Si è svolto il 6 maggio a Milano il primo incontro di verifica sul piano industriale 2018, durante il quale l’Azienda ha comunicato che sono 3.315 i lavoratori che hanno aderito al Fondo di Sostegno al reddito, così  divisi  per regioni:

 

Emilia Romagna 500 Friuli 133 Trentino 53 Basilicata 9
Lazio 477 Campania 109 Sardegna 40 Valle d’Aosta 9
Lombardia 450 Puglia 104 Marche 31 Estero 2
Piemonte 433 Liguria 99 Calabria 24
Sicilia 374 Toscana 78 Abruzzo 20
Veneto 282 Umbria 69 Molise 15

 

L’adesione è stata superiore agli obiettivi del Piano (max 2700 piu’ un 20%) ed stato ipotizzato l’accoglimento delle domande in eccesso parte nel corso di quest’anno, parte nel corso dei prossimi due anni. Lo slittamento riguarderebbe le posizioni la cui data di pensionamento è temporalmente più lontana.

“Il dato della Sicilia (374 lavoratori su un complessivo di  4.500) – afferma Gabriele Urzì della Segreteria First Cisl Gruppo Unicredit – è particolarmente importante, e questo testimonia, da un lato,  la bontà dell’accordo sottoscritto. Dall’altro, pero’, va sottolineato come le verifiche rivestano un valore strategico per evitare che le uscite si traducano in un drastico peggioramento delle condizioni  di lavoro dei lavoratori che restano. A tal fine, è indispensabile conoscere il dato delle adesioni disaggregato per azienda del Gruppo, per territorio, tra strutture di governo e rete, al fine di indirizzare le assunzioni (ne sono previste 700) verso le aree e le strutture che rischiano di andare in difficoltà. In Sicilia si rischia, senza un turn over,  un impoverimento del personale (entro i prossimi due anni perdiamo un 9% del personale in servizio) che potrebbe avere ripercussioni sulla normale operatività. Peraltro non si effettuano assunzioni in Sicilia da almeno 10 anni, neppure di lavoratori stagionali, diversamente da quasi tutte le altre regioni del Paese”.

Il prossimo incontro è stato fissato venerdì prossimo a Milano.

 

 

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com