Fondi Ue: Tavolo partenariato diserta polemicamente comitati sorveglianza

Il Tavolo del partenariato, che raccoglie trentacinque sigle tra associazioni, sindacati, cooperative e imprese, ha disertato polemicamente i comitati di sorveglianza dei programmi europei Fesr e Psr. Vi hanno preso parte due soli rappresentanti, Giorgio Tessitore (Cisl) e Mario Filippello (Cna) che, a nome di tutti hanno dato lettura della nota comune e consegnato il documento deliberato il 23 marzo dal Tavolo. Sono quattro cartelle fitte attraverso le quali le associazioni chiedono la “radicale correzione di rotta della programmazione 2014-20 rispetto ai cicli precedenti di programmazione che non hanno prodotto alcun beneficio per l’economia e la societa’ siciliane”. Nella nota si legge, tra l’altro, che il Partneriato esprime preoccupazione per la “mancanza di una governance” intelligente dei fondi Ue. Soprattutto, perche’ fin qui “i fondi sono serviti piu’ a coprire la spesa corrente che a dare impulsi allo sviluppo”. Il documento e’ stato messo a punto nei giorni scorsi dalla segreteria del Tavolo che per la prima volta si e’ autoconvocata, e approvato successivamente dalle trentacinque associazioni. Alla riunione erano presenti il vicepresidente della Regione Mariella Lo Bello ed esponenti dell’esecutivo nazionale e della Commissione Ue. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com