Credem, assunzione di 150 giovani entro il 2016

Saranno fino a 150 i giovani che Credem, tra i principali gruppi bancari italiani quotati, inserirà entro fine 2016 in aumento di circa 50 unità rispetto a quanto già annunciato lo scorso mese di settembre. Si conferma e si rafforza così la strategia di crescita e sviluppo della banca, di cui l’investimento sulle persone rappresenta uno dei principali capisaldi. Il Gruppo Credem infatti ha chiuso il 2015 con un incremento dell’organico complessivo del 2,2% a/a oltre ad aver confermato la costante redditività (utile netto +9,5% a/a a 166,2 milioni di euro).

Nel 2016 inoltre saranno confermati e potenziati gli investimenti in formazione e valorizzazione delle persone che operano nel Gruppo. In particolare, l’obiettivo sarà erogare circa 35 mila giorni/uomo di formazione con una media di oltre 50 ore a persona. Sarà intensa l’attività di job rotation, che prevede la possibilità di svolgere nuove esperienze professionali all’interno dell’azienda, con l’obiettivo di stimolare lo sviluppo individuale e la motivazione delle persone. Saranno anche realizzati oltre 3 mila colloqui per ascoltare e condividere azioni di crescita specifiche.

Come riconoscimento dell’attenzione che da sempre dedica ai dipendenti, il Gruppo ha inoltre recentemente ottenuto la certificazione “Top Employers”, assegnata da un’autorevole agenzia internazionale specializzata nella valutazione della qualità del posto di lavoro, dopo una valutazione completa delle politiche e di tutti i processi aziendali legati alla gestione delle persone. Tale attestazione, riconosciuta alle aziende aderenti all’iniziativa di certificazione che raggiungono i più elevati standard nelle condizioni di lavoro dei dipendenti, è stata assegnata in Italia a 66 aziende di cui cinque banche.

“Siamo convinti che investire sulle persone e sui giovani sia la strategia vincente per primeggiare in un contesto particolarmente complesso”, ha dichiarato Francesco Reggiani, direttore del personale di Credem (foto sotto). “Il nostro obiettivo è offrire a chi lavora con noi la possibilità di operare in un ambiente dinamico ed orientato al gioco di squadra, all’interno di un’organizzazione che è da anni ai vertici del sistema bancario per solidità patrimoniale e soddisfazione della clientela. In particolare”, ha aggiunto Reggiani, “vogliamo continuare ad attuare pratiche di eccellenza per valorizzare il merito, offrendo costanti opportunità di sviluppo delle competenze e strumenti all’avanguardia per la gestione, lo sviluppo del personale e delle sue competenze tecniche e manageriali”.

 

 

Con l’obiettivo di favorire l’equilibrio tra vita personale e professionale dei propri dipendenti, il Gruppo proseguirà anche nel 2016 nell’attuazione del programma di “welfare aziendale” con numerose iniziative a sostegno del reddito, della salute e della maternità. Tra le altre, fa parte di questo programma l’attivazione del remote working sulle funzioni dell’azienda che non hanno contatto diretto con il pubblico. Saranno anche offerti percorsi di coaching individuale a figure manageriali o specialiastiche ed implementate iniziative dedicate alla valorizzazione della seniority (over 50) e delle donne in azienda, in continuità con gli analoghi progetti messi in campo negli anni precedenti.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com