Raggiunto accordo in Unicredit. 4.500 i lavoratori interessati in Sicilia

Previste anche 700 nuove assunzioni da effettuarsi anche nell’Isola.

Si è conclusa all’alba del  5 febbraio a Milano la lunga trattativa nel Gruppo UniCredit in merito alla seconda fase  del piano industriale, che ha riguardato, in primis, la gestione di 3.240 esuberi. L’intesa riguarda anche i circa 4.500 dipendenti siciliani del Gruppo.

Confermata la volontarietà di adesione al Fondo di Solidarietà del Settore, per 2.700 dipendenti, e l’impegno a trovare soluzioni per ulteriori 540 posizioni conseguenti alla revisione del Piano Industriale.

Ai dipendenti, che faranno domanda di cessazione dal servizio per accesso al Fondo, verrà erogato un incentivo pari a 3,5 mensilità e garantito il mantenimento delle condizioni agevolate al personale, della cassa di assistenza sanitaria, il versamento relativo alla previdenza complementare e la polizza in caso di premorienza.

Previsto anche un positivo turn over con la stabilizzazione di 450 apprendisti e 700 nuove assunzioni principalmente indirizzate verso le attività commerciali a diretto contatto con la clientela  e che saranno realizzate gradatamente.

Definiti anche i criteri di erogazione del premio aziendale (che sarà erogato a giugno del 2016) , nella misura di 650 euro cash o 1.000 euro a conto welfare (qui le somme possono essere utilizzate per varie esigenze economiche e familiari) oltre ad un tablet che servirà per favorire la diffusione della “cultura digitale” fra i dipendenti.

Secondo Gabriele Urzì della Segreteria di Gruppo First Cisl Unicredit, “tenuto conto delle attuali difficoltà del settore l’intesa è assolutamente positiva anche per i 4.500 dipendenti del Gruppo Unicredit in Sicilia. E’ stata fatta salva la volontarietà per l’accesso al Fondo di Solidarietà ed è stato definito un premio aziendale soddisfacente e globalmente superiore all’anno precedente. Fondamentali poi le 700 nuove assunzioni che devono essere effettuate anche in Sicilia, diversamente a quanto fatto in passato, al fine di realizzare un positivo turn over del personale”.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com