Agenzia Entrate: “Fisco e scuola coinvolti più di 4300 studenti”

La legalita’ fiscale raccontata dai funzionari del Fisco raccoglie adesioni e consensi nelle scuole siciliane. Promosso a pieni voti, infatti, il progetto di educazione fiscale dell’Agenzia delle Entrate “Fisco e Scuola” che nel corso dell’anno scolastico 2014-2015 ha coinvolto piu’ di 4300 studenti. Nelle 111 iniziative realizzate nell’isola, il 60% rivolte ai ragazzi dei licei e istituti tecnici, il rimanente 40% agli studenti piu’ giovani delle scuole elementari e medie, i funzionari degli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate della Sicilia hanno incontrato 228 classi. I dati confermano l’interesse per l’iniziativa in Sicilia. Nell’isola, infatti, dal 2004, anno di nascita del progetto, a oggi sono state organizzate 962 iniziative e raggiunti piu’ di 43000 studenti protagonisti, con gli insegnanti e talvolta anche con i genitori, di incontri formativi-informativi, visite didattiche presso gli uffici, laboratori, “concorsi” e gare.

Ma la legalita’ non va in vacanza. Dopo il recente rinnovo dell’ intesa con l’Ufficio scolastico regionale, per il prossimo anno scolastico la Direzione regionale della Sicilia ha gia’ in cantiere “A(S)SENSO ETICO in arte Fisco & Scuola”. L’iniziativa, rivolta ai Licei artistici, si affida all’estro e alle competenze degli studenti dei nove capoluoghi di provincia siciliani per mettere in posa, in scena, in forma e in mostra il tema della cultura contributiva legato al senso della responsabilita’ civile e a quello della cittadinanza attiva. “Sviluppare l’etica individuale e diffondere tra le nuove generazioni la cultura della legalita’ fiscale e’ l’obiettivo dell’iniziativa “Fisco e Scuola” – afferma il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate della Sicilia, Antonino Gentile – Il pagamento dei tributi e’ fondamentale per l’equita’ sociale, lo sviluppo, il funzionamento dei servizi pubblici e la riduzione della pressione fiscale. Per questo e’ strategico investire sui giovani e contribuire a formare la nuova classe dirigente”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com