Primo piano. A Expo 4 mesi di incontri B2B attivati dalla Camera di commercio

(askanews) – Sono circa diecimila gli incontri tra i mille imprenditori stranieri e i mille milanesi, lombardi o italiani, che da maggio a ottobre sono a Milano per firmare nuovi contratti, grazie agli incontri B2B organizzati dalla Camera di commercio di Milano attraverso l’azienda speciale Promos. In arrivo delegazioni da Cina, Giappone, America Latina, Turchia, Polonia, che si sommano a incontri con Birmania, Francia, Austria tra i diversi interlocutori. Molte opportuniotà sono ancora aperte e per partecipare agli incontri è stato attivata una pagina, dove iscriversi, dedicata al business internazionale per Expo sul sito www.promos-milano.it/Promos-Per-Expo2015/.

Per il periodo 2012-2020 – secondo una ricerca affidata a un team di analisti economici coordinati da Alberto Dell’Acqua – la produzione aggiuntiva dovuta a Expo come legacy dell’evento sarà di 6,2 miliardi di euro, che includono la maggiore fluidità degli scambi internazionali, la maggiore visibilità del “made in Italy”, il rafforzamento del brand Italia. In questo contesto la scelta dall’azienda speciale Promos di fondare nel 2008 il “Nuovo Istituto di Business Internazionale” si è rivelata strategica: l’istituto si occupa di contribuire alla formazione e all’aggiornamento del capitale umano delle imprese che devono competere a livello internazionale. Di formare quindi i “mediatori internazionali del business”, quest’anno arrivati a quota 150.

“Milano rappresenta quasi un settimo dell’interscambio nazionale – ha dichiarato Bruno Ermolli, presidente di Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano – col 9% delle esportazioni italiane nel 2014 (37 miliardi su 398) e il 16% dell’import (57 miliardi su 355). Ecco perché la Camera di commercio ha voluto creare una nuova figura di mediatore non solo degli affari, ma anche culturale, specializzata negli scambi con l’estero. Nell’anno di Expo arriviamo a quota 150 di questi esperti, che possono aiutare a far crescere le imprese grazie allo sviluppo del business estero. Operatori pronti ad affrontare le sfide internazionali che quest’anno vedono un picco, grazie anche agli incontri promossi da Camera di commercio e Promos, che saranno circa diecimila tra circa mille operatori esteri e altrettanti imprenditori del nostro territorio”

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com