A Palermo il secondo appuntamento con Pa/Working

Si e’ tenuto, a Palermo, il secondo appuntamento del “Pa/Working”, l’atelier per le nuove opportunita’, promosso dall’Assessorato alle Attivita’ produttive del Comune. Tra i temi trattati il progetto Garanzia Giovani; il collegamento tra istituzioni e territorio attraverso lo sportello delle attivita’ produttive per l’intermediazione (ClicLavoro), attivato al Suap di via Ugo La Malfa; le politiche attive del lavoro; l’utilizzo dei beni confiscati alla mafia e le Best Practices del Comune di Palermo. Presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alle Attivita’ produttive Giovanna Marano e l’assessore alle Politiche sociali Agnese Ciulla.
“Il senso di questa iniziativa – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando, che ha aperto i lavori – e’ quello di confrontarci e capire come potere costruire nella nostra citta’ un ecosistema che abbia come obiettivo quello di creare lavoro, coinvolgendo i diversi soggetti interessati: il singolo, la scuola, l’assessore comunale, ma anche l’utilizzo di risorse e beni della nostra citta’ e, nello specifico, i beni confiscati. Grazie ad un modello di partecipazione nuovo e una capacita’ di fare sinergia la nostra citta’ potra’ conoscere una nuova stagione di sviluppo innovativo”.
Nel corso dell’iniziativa si e’ parlato anche della individuazione e dell’affidamento, nei prossimi mesi, di due locali comunali che verranno utilizzati per condividere, sviluppare e mettere a sistema il lavoro messo in atto nel corso degli incontri di Pa/Working. Gia’ nei tavoli di lavoro di dicembre, infatti, tra le esigenze emerse, c’era quella di utilizzare beni pubblici in cui la creazione di impresa potesse incontrare incubatori e acceleratori di affari e si potessero attivare modalita’ innovative per condividere aree, idee, progetti. Ossia, quello che piu’ comunemente e’ chiamato Co Working.

 

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com