Palermo, Ok da Cgil a piano Costa Sud

La Cgil esprime soddisfazione per l’invio da parte del Comune del piano definitivo da 129 milioni per la Costa Sud di Palermo, che il ministero dello Sviluppo economico ha inserito nella programmazione nazionale trasmessa a Bruxelles per ottenere i finanziamenti. “E’ un fatto importante che il Comune abbia predisposto in tempo un piano per la Costa Sud. Ci auguriamo che si tratti di un piano che possa essere selezionato e finanziato in tempi brevi – dichiara Adele Cina’, responsabile della sede Cgil di Brancaccio -. Gli interventi inseriti per l’area di Maredolce, Brancaccio e la Bandita sembrano piu’ consistenti di quelli previsti dal piano strategico di Palermo per l’Area territoriale 3. Ma su queste periferie cittadine occorre avere un progetto globale, una cornice generale su cui incardinare interventi che abbiano l’ambizione di fare diventare produttive alcune zone a ‘vocazione territoriale’ specifica, come il sito del castello di Maredolce per puntare al turismo con la valorizzazione del patrimonio artistico, il verde agricolo con la riqualificazione dell’area del fiume Oreto e un nuovo progetto di riconversione industriale per tutta l’Asi”. In particolare gli interventi del Pon, Piano operativo nazionale Citta’ Metropolitane 2014-2020, per la citta’ di Palermo riguardano l’area territoriale integrata 3 di Maredolce, Bandita e Brancaccio, l’area territoriale integrata 6 (Gasometro, Macello e Romagnolo)e in piccola parte anche i comuni di Misilmeri e Villabate. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com