Ambiente. No Smog Mobility, esperti a confronto a Palermo

Auto ecologiche e full electric, prestazioni migliori, design accattivante, ma soprattutto sicurezza. Il settore automobilistico e delle moto punta sui giovani, sulle loro esigenze, sulle curiosita’ e su tutto quello che puo’ migliorare il comfort e ridurre al minimo i rischi sulle strade. Parte da qui la seconda giornata di No Smog Mobility l’unica rassegna siciliana dedicata alla mobilita’ sostenibile – privata e pubblica, individuale e collettiva, di persone e merci – nata da un’idea di Gaspare Borsellino e Dario Pennica (rispettivamente direttori dell’agenzia di stampa Italpress e del trimestrale Sicilia Trasporti) e organizzata da Stratos Dmc e Gadema Consulting con il supporto di Bosch e Unicredit. La giornata di oggi ha dato grande spazio ai dibattiti, agli incontri e a forum monotematici su: sicurezza, pneumatici, web generation e mobilita’ sostenibile.
Nella sala del cinema Lux di Palermo, i circa duecento studenti siciliani delle facolta’ di Ingegneria di Catania, Messina e Palermo, coinvolti nel progetto itinerante “Missione Mobilita’” – il movimento di opinione guidato dal giornalista Pierluigi Bonora – hanno potuto raccontare le loro esperienze e dire la loro su come vedono il settore auto e moto oggi, ma soprattutto quello di domani.

Presenti anche gli esperti del settore e delle associazioni di categoria, per conoscere e analizzare i diversi aspetti della mobilita’ sostenibile e della sicurezza stradale. L’amministratore delegato di Dekra Italia, Marco Mauri si e’ soffermato sulla sicurezza, soprattutto tra i giovani. Tra i dati interessanti, un primato conquistato insolitamente da una citta’ del Sud: “Dai nostri studi – ha affermato infatti Fabio Dadati, senior advisor marketing e communication Dekra Italia – abbiamo riscontrato che Reggio Calabria, nel 2012, ha avuto il primato in tutta Europa per zero morti in incidenti stradali”. Grande attenzione anche per gli pneumatici, necessari alla sicurezza dell’automobilista e del motociclista. “E’ un prodotto in continua evoluzione – ha affermato Arianna Unger, di Assogomme – l’unico punto di contatto tra auto e suolo e da solo, questo aspetto, dimostra l’importanza per la sicurezza stradale e anche per la mobilita’ sostenibile.
Gonfiare le gomme non costa nulla, anzi si risparmia fino al 15% di carburante. Per quanto riguarda il Sud – ha concluso Unger – non ha una situazione differente dal resto d’Italia sulla difformita’ dei pneumatici. La Sicilia e’ in linea con i trend nazionali”.
Non solo mobilita’ a quattro ruote nella giornata di oggi. Il dibattito tra studenti ed esperti e’ continuato poi con un talk show, interamente dedicato alla sicurezza sulle due ruote. “Casco ben allacciato in testa, luci accese anche di giorno, prudenza sempre”, il titolo dell’appuntamento moderato da Maurizio Toma, direttore del magazine TV Ride&Drive e dalla collega Paola Baronio. “L’attenzione – ha consigliato Pier Francesco Caliari, direttore generale Ancma – assieme a un casco ben strutturato, un abbigliamento adatto anche in moto e un confort di guida adeguato, migliorano la sicurezza. Bisogna viaggiare comodi ma soprattutto sicuri”.

Spazio anche ai temi del web con la visione de “Uno spot per l’automobile: mobilita’ e web generation: stiamo cominciando a dialogare con le nostre automobili?”, seguito dal talk show introdotto e moderato da Roberto Rasia dal Polo e Maurizio Toma, in cui sono intervenuti Donna Costanza Afan de Rivera Costaguti Florio (nipote di Vincenzo Florio, ideatore della Targa Florio), Andrea Del Campo, direttore capo ufficio stampa Ford Italia, Silvia Nicolis, presidente Museo Nicolis (Villafranca di Verona), Pier Paolo Porta (membro del Consiglio di Amministrazione di VisLab – L’auto senza conducente). Nel corso della giornata e’ stato inoltre presentato il nuovo prototipo, tutto italiano, di auto full electric, destinato a correre in Formula-e. Il modello partecipera’ alla centesima edizione della Targa Florio, una delle corse piu’ famose al mondo,che avra’ luogo dal 6 all’8 maggio 2016 sul circuito delle Madonie, in provincia di Palermo. Il progetto e’ curato dal professore Rosario Lanzafame, docente di macchine e sistemi informatici nell’Ateneo di Catania. Lavoriamo per migliorare il prototipo – ha detto Lanzafame – perche’, oggi, il paradigma delle auto non e’ piu’ la performance ma abbassare i consumi di carburante e noi ci stiamo riuscendo”.
Al termine dei forum, gli studenti delle Facolta’ di Ingegneria di tre delle quattro Universita’ siciliane hanno presentato i loro progetti e le soluzioni da loro ideate sulla mobilita’ sostenibile del futuro. Per le loro idee, un premio speciale e’ stato dato da Momo Design, a Francesca Sandri del Gruppo di Lavoro Junior di Missione Mobilita’, a Fabio Ricco Galluzzo, dell’universita’ di Palermo per avere ideato una “Ecoape”, un mezzo a tre ruote con pedalata assistita elettricamente; a Giuseppe Di Lorenzo dell’Universita’ di Catania per aver progettato un modello di auto solare che partecipera’ al World Solar Chalenge in Australia e a Davide Barba, dell’ateneo messinese per aver creato un kit di ibridizzazione leggera da installare sulle auto gia’ circolanti.

Dopo l’inaugurazione di ieri, anche oggi restera’ aperto il “grande salone” di piazza Unita’ d’Italia, trasformata per l’occasione in una vetrina a cielo aperto con tanto di circuito da 1000 metri per i test drive. Sara’ possibile ammirare la nuova Bmw i3, la Jaguar XF Sportbrake, la Range Rover Evoque di Land Rover, mentre Renault presentera’ le ultime evoluzioni di Twizy e Zoe, la New Twingo e la Captur Project Runway. Tra le giapponesi, Toyota mettera’ a disposizione di quanti vorranno provarle la Auris Hsd, la Auris Ts-Hsd e la Yaris Hsd. Tra i veicoli esposti (e in alcuni casi disponibili anche per i test) ci saranno anche due modelli Nissan (Leaf e Pulsar), le Peugeot 508 RXH e 3008 HY e le Citroen C4 Cactus 16 EHDI 90 ETG, C4 Cactus 16 Blue Hdi 100 Shine edition e DS5 2.0 Blue Hdi. Opel presentera’ ben sei modelli tra cui l’Ampera, cento per cento elettrica, e le Gpl Adam, Corsa, Meriva, Mokka e Zafira. Saranno presenti anche la Ford Eco Sport e la nuova Mondeo Hybrid, che si compone di un motore a benzina 2.0 e di due motori elettrici: uno propulsivo che trasferisce potenza alle ruote, l’altro utilizzato per la ricarica rigenerativa delle batterie da 1,4 KWh. Per la Mondeo Hybrid e la Pulsar si tratta di un’anteprima nazionale. Domani i test drive di piazza Unita’ d’Italia saranno aperti a tutti, previa prenotazione online, dalle ore 10.
(ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com