Palermo. Ambiente: “No smog Mobility”, Talk Show di “Missione Mobilità”

Sensibilizzare i giovani sui problemi della mobilità, e allo stesso tempo ascoltare le loro esigenze e le loro proposte per migliorarla e per renderla responsabile più di quanto non lo sia stata sino ad ora: è l’obiettivo che ormai da qualche tempo si è posto “Missione Mobilità”, il movimento di opinione fondato da Pierluigi Bonora, che – ad ogni tappa del proprio programma itinerante di eventi – ha deciso di invitare alcuni giovani a far parte, almeno per un giorno, del proprio Gruppo di Lavoro. L’occasione che di fatto darà il via al nuovo corso è quella palermitana di ‘No smog Mobility’ e il Talk Show che si svolgerà sabato 11 ottobre al cinema Lux con duecento studenti siciliani delle facoltà di Ingegneria delle Università di Catania, Messina e Palermo sulla “Sicurezza (in auto e in moto)” e su “Mobilità e Web Generation”. Ai lavori parteciperanno rappresentanti di Aziende automobilistiche e delle Istituzioni e il Gruppo di Lavoro di Missione Mobilità, che nel capoluogo siciliano accoglierà dunque come membri junior tre rappresentanti degli studenti, che avranno la possibilità di dire la loro su come vedono la mobilità di oggi e di domani. Al termine dei lavori, le università siciliane presenteranno anche una serie di progetti sull’importante tema della mobilità sostenibile.

L’incontro di Palermo sarà anche l’occasione per una vera e propria tavola rotonda (aperta ai rappresentanti della stampa e organizzata nel pomeriggio di venerdì 10 ottobre al Grand Hotel Wagner) sulla situazione del mercato automobilistico italiano e sullo stato dell’arte del ‘Pacchetto auto’, con i rappresentanti della filiera automobilistica e Daniele Capezzone, Presidente della Commissione Finanze della Camera. Anche in questo caso si è fatta promotrice dell’iniziativa Missione Mobilità, a cui la necessità di aprire una nuova fase, alla luce di come sta mutando lo scenario della mobilità a motore, ha imposto importanti cambiamenti, fatto salvo il continuo impegno a difesa della mobilità sulle quattro e sulle due ruote. Cambiamenti dettati soprattutto dalla necessità di non essere ripetitivi nella proposizione degli argomenti e dalla consapevolezza che, grazie alle continue denunce e prese di posizione, qualcosa si sta muovendo.

E proprio l’auspicato recepimento da parte del Parlamento del “Pacchetto Auto” firmato dall’on. Capezzone potrà segnare per Missione Mobilità il raggiungimento dell’obiettivo prefissato: far seguire alle provocazioni lanciate e ai dibattiti avviati, un segnale concreto a sostegno del “motore dell’economia”. Com’è noto, dalla fine di giugno ha cessato di esistere Amoer, ovvero l’Associazione per una mobilità equa e responsabile: questo per sottolineare soprattutto il ruolo di Missione Mobilità come Movimento di opinione a favore della mobilità a motore. Dal 1° luglio 2014 Pierluigi Bonora ha assunto il ruolo unico di Fondatore del Movimento di opinione “Missione Mobilità”, e non più quello di Presidente di Amoer. Sergio Fontana, prima vicepresidente, continua ad essere uno dei membri del “Gruppo di Lavoro” (quello che fino ad ora è stata chiamata Task Force), ovvero il pool di esperti formato da giornalisti, manager dell’automotive e docenti, costituito per analizzare l’attuale situazione di crisi dell’economia e del settore automotive e per proporre analisi e soluzioni.

Del “Gruppo di Lavoro” fanno parte – oltre agli stessi Bonora e Fontana – Paolo Artemi (come coordinatore del Gruppo), Pier Francesco Caliari, Loris Casadei, Pier Luigi del Viscovo, Massimo Ghenzer, Silvia Nicolis e il membro Junior Francesca Sandri, studentessa magistrale di Business Informatics presso l’Università di Pisa e laureata in Informatica Umanistica. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com