Uccmb Gruppo Unicredit – Sciopero in vista 750 lavoratori a rischio, 50 in Sicilia

I toni si inaspriscono nella vicenda UCCMB, la società del Gruppo Unicredit che conta 750 dipendenti in Italia e 50 in Sicilia, di cui circa 35 a Palermo (i rimanenti a Catania, Messina e Caltanissetta) e che il Gruppo ha deciso di cedere all’esterno. UCCMB si occupa della gestione dei crediti problematici del Gruppo.

Giovedì scorso i Sindacati di UCCMB hanno inviato all’ABI la lettera per esperire il tentativo di conciliazione minacciando lo sciopero.

Le motivazioni che hanno spinto le Organizzazioni Sindacali a minacciare lo sciopero – afferma Gabriele Urzì della Segreteria di Gruppo Unicredit FIBA CISL – . sono quelle relative alla mancata comprensione della ratio di questa operazione, che suscita forti perplessità. Il Sindacato non ha condiviso il progetto di cessione dell’Azienda, confermato nel piano industriale 2014/2018, e quotidianamente riportato sulla stampa. Inoltre, i carichi di lavoro sono diventati inaccettabili e la situazione si è aggravata a seguito della recente riorganizzazione aziendale che le organizzazioni sindacali hanno duramente criticato”.

L’impressione- conclude Urzì – è che, dietro tante parole, si tratti solo dell’ennesima trovata per vendere un “gioiello di famiglia” e “fare cassa.”

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com