Regione: estrazione petrolio, Femca Cisl “ennesimo annuncio Crocetta”

“L’accordo della Regione siciliana con le societa’ di estrazione di idrocarburi rappresentate da Assomineraria, che prevede 2 miliardi e 400 milioni di investimenti e settemila unita’ lavorative, e’ l’ennesimo annuncio da parte del presidente della Regione. Altro che ‘cambiare verso’ sull’utilizzo del petrolio e del gas in Sicilia”. Lo affermano in una nota Franco Parisi segretario regionale Femca Cisl Sicilia e Emanuele Gallo Segretario Generale Ust Cisl (Agrigento, Caltanissetta, Enna). “Gli investimenti di cui parla il presidente della Regione – continuano – sono gli stessi concordati da tempo e che sono stati posticipati negli anni a causa del lassismo della Regione Siciliana che, aumentando le royalties, rischiava di far scappare le imprese. Questo dimostra, ancor di piu’, come la Regione non abbia un piano industriale e quindi una strategia per la Sicilia e per il territorio. Per avere una politica industriale, nel settore degli idrocarburi, la Regione riporti le Roylaties dal 20 al 10%, incentivando gli investimenti e quindi la produzione, che si traduce nell’aumento di royalties incassate dalla Regione e dal territorio”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com