Confcommercio: esperti a confronto sul franchising a Palermo

Una giornata per illustrare le opportunità rappresentate dal franchising per chi vuole avviare un’impresa ma anche per chi vuole trasformare la propria azienda. Si e’ tenuta nel salone convegni di Confcommercio Palermo, promossa dalla stessa Federazione dei Commercianti e da Assofranchising, Associazione Italiana del franchising che fa parte di Confcommercio. I lavori sono stati aperti da Luigi Genuardi, vice presidente vicario di Confcommercio Palermo, a cui ha fatto seguito l’intervento di Italo Bussoli, segretario generale di Assofranchising. Valeria Castiglione, dell’Ufficio Incentivi e Finanza Agevolata di Confcommercio Palermo, ha illustrato le forme di incentivazione economica per l’avvio delle attivita’ in franchising in Sicilia, prima tra tutte la legge 185/2000, l’ex prestito d’onore, che consente di avviare un’impresa nelle regioni del sud Italia, Sicilia compresa, a chi possiede determinati requisiti (essere maggiorenni, disoccupati e residenti in Italia, ma l’impresa va avviata in una delle regioni del sud). Il contributo a cui consente di accedere e’ variabile, fino a un massimo di 200 mila euro, ma copre comunque tutte le spese richieste dal franchisor (il franchisor e’ l’affiliante, ossia l’impresa che ha messo a punto un progetto di franchising in un determinato settore perche’ vuole diffondere il suo marchio; chi si affilia, invece, e’ il franchisee). Durante tutta la mattinata e’ stato dato spazio anche a colloqui e incontri individuali con i brand presenti (Camomilla Italia, Mail Boxes, Odontosalute e Play Planet) con desk informativi dedicati.


“E’ una opportunità molto interessante – dice Luigi Genuardi, vicepresidente vicario di Confcommercio Palermo -; il franchising, infatti, consente alle due imprese (franchisor e franchisee) di restare indipendenti ma avviando un rapporto di collaborazione che sul territorio diventa vincente. Confcommercio Palermo ha istituito l’Ufficio Incentivi e Finanza agevolata proprio per assistere chi vuole avviare un’attività: tutoraggio nella fase iniziale per la costituzione e l’avvio di un’attività e aiuto nella redazione del Business plan. Basta telefonare per un appuntamento per avere tutte le informazioni”. “Il Franchising – dichiara Italo Bussoli, segretario Generale di Assofranchising, l’Associazione di riferimento del settore fondata nel 1971 – e’ un sistema a duplice valenza: da un lato consente al commerciante in attività di riconvertirsi in un sistema a rete ad alta competitività, dall’altro consente a giovani e meno giovani, cosi’ come alle donne, di avviare una attività in proprio, vista la dura competizione, in condizioni di maggior sicurezza con un Franchisor che li prenda per mano e li accompagna nel percorso formativo e di crescita e li supporta nel corso della attività. Giornate come quella odierna hanno l’obiettivo di mettere a confronto alcune primarie realtà imprenditoriali operanti in Italia con chi desidera prendere contatto con il Franchising e comprenderne i meccanismi e i vantaggi”. E’ stato anche sottolineato che per chi non dovesse avere i requisiti richiesti per l’accesso ai finanziamenti della legge 185/2000, Assofranchising fornisce la possibilità di usufruire di altre forme di finanziamenti agevolati. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com