Slow Med, al via il progetto europeo per valorizzare la dieta mediterranea

E’ entrato nella fase operativa il progetto SlowMed, strumento di dialogo tra i paesi del Mediterraneo, inserito nel quadro del partenariato ENPI CBC MED che utilizza fondi europei 2007-2013. Obiettivo la valorizzazione della dieta mediterranea come fattore identitario, la conservazione del patrimonio culinario comune ricchezza comune. Il progetto che vede 9 paesi del bacino partner, tra cui l’ Italia e la Sicilia, è coordinato dal centro Danilo Dolci di Palermo, ha a disposizione un budget di 1.054.598,60 euro. Il concetto di base è l’ assunto che il cibo è un veicolo di dialogo e di civiltà – ha spiegato il coordinatore del progetto Alberto Biondo – adesso partirà la fase di selezione di dieci figure professionali tra artisti, registi e chef che formeranno un gruppo di lavoro omogeneo (wwwdanilodolci.org) Poi da giugno inizierà la fase di ricerca sul campo tra i paesi aderenti che si concluderà con un convegno in Egitto, tappa conclusiva in Portogallo a dicembre prossimo con un workshop internazionale. La Regione Sicilia è partner con l’ assessorato alla Salute. Ma quali saranno gli strumenti in campo per promuovere il dialogo attorno al cibo? La creatività e la comunicazione: food contest, competition artistiche e workshop dedicati all’alimentazione dedicati ai più giovani, per diffondere il messaggio di Slow Med nella società mediterranea.

M.Laura Crescimanno

Autore: Maria Laura Crescimanno

Condividi questo articolo su
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com