Palermo. Gazebo, Reina “un’assurdità chiusura 60 esercizi per 5 giorni”

“La chiusura dei cinque giorni che partira’ da lunedi’ per le sessanta attivita’ commerciali multate e’ un’assurdita’. A Palermo si e’ ancora in attesa di un nuovo regolamento per i gazebo, ma nel frattempo, diventano esecutivi i provvedimenti relativa alla vecchia normativa, che aveva gia’ penalizzato tante piccole imprese”. A dichiararlo e’ Nunzio Reina, presidente di Confartigianato Palermo, che aggiunge: “Adesso dovrebbe essere bloccato tutto. Queste attivita’ come potranno mai riaprire con le perdite che provocheranno questi cinque giorni di chiusura? Bisogna trovare soluzioni alternative per non mettere i commercianti con le spalle al muro”. “Tra l’altro – sottolinea Reina – sarebbe gia’ stata sufficiente la sanzione, ma la chiusura e’ davvero superflua in un momento di stasi come questo, in cui non esistono, concretamente, nuove norme che regolamentano il posizionamento dei gazebo o dehors e l’utilizzo del suolo pubblico. Aggiungo anche che martedi’ scorso, durante l’incontro tra Confartigianato, Confcommercio, Confindustria, Cidec e Confesercenti, abbiamo ricevuto la solidarieta’ dei capigruppo in consiglio comunale, speriamo quindi anche in una loro iniziativa. Non vorremmo che l’intervento venisse adottato quando il danno e’ fatto”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com