Palermo. Al via la PmoTouristCard

Anche a Palermo prende vita la PmoTouristCard, la service card interattiva dedicata al mercato incoming del turismo. Da questo momento in poi, per qualsiasi viaggiatore visitare Palermo diventa facile e conveniente, così come avviene da anni con strumenti simili nelle maggiori città europee. La card è disponibile in molte edicole del centro cittadino. Dalla prossima settimana sarà disponibile un desk al porto di Palermo per la vendita della card Cruise dedicata ai croceristi.
Il nome della card è l’acronimo dello scalo aeroportuale di Palermo, proprio perché lo scopo della NFCITALIA è quella di fornire al turista appena sbarcato, una molteplicità di servizi con i quali accompagnare e rendere gradevole e sicuro il suo soggiorno nella nostra città. “Il nostro intento – dice l’Amministratore Antonio Paltrinieri – è quello di rendere la PmoCard ineludibile per il viaggiatore. Uno strumento per vivere meglio la sua vacanza”.
La PmoCard è dotata di un sito multilingue e di un’App per smartphone, con i quali reperire le informazioni sui servizi offerti, sugli itinerari suggeriti, sui siti architettonici, culturali e commerciali convenzionati. La card è nominale e si può acquistare in tre diverse tipologie, da 24-48-72 ore più la versione Cruise per i croceristi, collegandosi online al sito, www.pmocard.it, nei punti vendita convenzionati indicati, presso le strutture ricettive di Palermo, al porto e all’aeroporto.
I servizi offerti dalla card variano, dall’accesso gratuito su tutti i mezzi del trasporto pubblico urbano, allo sconto per la visita guidata a bordo dello CitySightseeing e sui mezzi di trasporto privati, dai taxi ai caratteristici apetaxi.
La PMOcard è convenzionata con tutti i maggiori siti religiosi, museali, monumentali di Palermo. Da segnalare la convenzione con il Teatro Massimo e la riduzione del 20% sul biglietto dei concerti in programma.
Inoltre, la Pmocard conduce alla scoperta dei particolari locali dello Streetfood e dei ristoranti del centro storico ed è più facile e divertente trascorrere le ore serali dell’happy hour nei pub dove più si concentra la Movida, in perfetta sicurezza e in economia.
La sezione dedicata allo shopping è una vera guida virtuale all’acquisto sicuro, con diversi esercizi commerciali convenzionati concentrarti nel centro storico, per rendere più divertenti ed economici gli acquisti delle molteplici manifatture artigianali, davvero realizzati in Sicilia, o di quelle delle grandi firme de La Rinascente.
Infine, i quattro percorsi suggeriti dalla PmoCard integrano le visite ai monumenti, con gli esercizi commerciali convenzionati e sono consigliati per ottimizzare la visita in relazione al periodo di permanenza ma per chi lo preferisce, la card offre la riduzione sul costo di alcuni interessanti itinerari studiati per rendere ancora più avvincenti le visite con l’ausilio di un accompagnatore o di un’interprete. I prezzi e le tariffe della PmoCard sono rintracciabili sul sito e variano dai €10,00 ai €34,00, mentre le percentuali degli sconti variano dal 10% al 20%.

Anche a Palermo prende vita la PmoTouristCard, la service card interattiva dedicata al mercato incoming del turismo. Da questo momento in poi, per qualsiasi viaggiatore visitare Palermo diventa facile e conveniente, così come avviene da anni con strumenti simili nelle maggiori città europee. La card è disponibile in molte edicole del centro cittadino. Dalla prossima settimana sarà disponibile un desk al porto di Palermo per la vendita della card Cruise dedicata ai croceristi.
Il nome della card è l’acronimo dello scalo aeroportuale di Palermo, proprio perché lo scopo della NFCITALIA è quella di fornire al turista appena sbarcato, una molteplicità di servizi con i quali accompagnare e rendere gradevole e sicuro il suo soggiorno nella nostra città. “Il nostro intento – dice l’Amministratore Antonio Paltrinieri – è quello di rendere la PmoCard ineludibile per il viaggiatore. Uno strumento per vivere meglio la sua vacanza”.
La PmoCard è dotata di un sito multilingue e di un’App per smartphone, con i quali reperire le informazioni sui servizi offerti, sugli itinerari suggeriti, sui siti architettonici, culturali e commerciali convenzionati. La card è nominale e si può acquistare in tre diverse tipologie, da 24-48-72 ore più la versione Cruise per i croceristi, collegandosi online al sito, www.pmocard.it, nei punti vendita convenzionati indicati, presso le strutture ricettive di Palermo, al porto e all’aeroporto.
I servizi offerti dalla card variano, dall’accesso gratuito su tutti i mezzi del trasporto pubblico urbano, allo sconto per la visita guidata a bordo dello CitySightseeing e sui mezzi di trasporto privati, dai taxi ai caratteristici apetaxi.La PMOcard è convenzionata con tutti i maggiori siti religiosi, museali, monumentali di Palermo. Da segnalare la convenzione con il Teatro Massimo e la riduzione del 20% sul biglietto dei concerti in programma. Inoltre, la Pmocard conduce alla scoperta dei particolari locali dello Streetfood e dei ristoranti del centro storico ed è più facile e divertente trascorrere le ore serali dell’happy hour nei pub dove più si concentra la Movida, in perfetta sicurezza e in economia. La sezione dedicata allo shopping è una vera guida virtuale all’acquisto sicuro, con diversi esercizi commerciali convenzionati concentrarti nel centro storico, per rendere più divertenti ed economici gli acquisti delle molteplici manifatture artigianali, davvero realizzati in Sicilia, o di quelle delle grandi firme de La Rinascente.
Infine, i quattro percorsi suggeriti dalla PmoCard integrano le visite ai monumenti, con gli esercizi commerciali convenzionati e sono consigliati per ottimizzare la visita in relazione al periodo di permanenza ma per chi lo preferisce, la card offre la riduzione sul costo di alcuni interessanti itinerari studiati per rendere ancora più avvincenti le visite con l’ausilio di un accompagnatore o di un’interprete. I prezzi e le tariffe della PmoCard sono rintracciabili sul sito e variano dai €10,00 ai €34,00, mentre le percentuali degli sconti variano dal 10% al 20%.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com