Aeroporti: piano nazionale, Palermo e Catania tra gli scali strategici

Undici scali strategici e altri ventisei di interesse nazionale. A elencarli e’ il Piano Nazionale degli Aeroporti, illustrato oggi in Consiglio dei Ministri dal ministro per le Infrastrutture e i Trasporti, Maurizio Lupi. Il Piano individua dieci bacini di traffico, con uno scalo strategico per bacino. Unica eccezione il Centro-Nord, dove oltre a Bologna il Piano indica Pisa/Firenze. La decisione e’ stata presa “in considerazione delle caratteristiche morfologiche del territorio e della dimensione degli scali e a condizione, relativamente ai soli scali di Pisa e Firenze, che tra gli stessi si realizzi la piena integrazione societaria e industriale”, si legge nel Piano. Gli aeroporti strategici con i rispettivi bacini d’utenza sono Milano Malpensa (Nord-Ovest), Venezia (Nord-Est), Bologna e Pisa/Firenze (Centro-Nord), Roma Fiumicino (Centro), Napoli (Campania), Bari (Mediterraneo/Adriatico), Lamezia (Calabria), Catania (Sicilia Orientale), Palermo (Sicilia Occidentale), Cagliari (Sardegna).

Gli aeroporti di interesse nazionale con i rispettivi bacini d’utenza sono Milano Linate, Torino, Bergamo, Genova, Brescia, Cuneo (Nor-Ovest); Verona, Treviso, Trieste (Nord-Est); Rimini, Parma, Ancona (Centro-Nord); Roma Ciampino, Perugia, Pescara (Centro); Salerno (Campania); Brindisi, Taranto (Mediterraneo/Adriatico), Reggio Calabria, Crotone (Calabria); Comiso (Sicilia orientale); Trapani, Pantelleria, Lampedusa (Sicilia Occidentale); Olbia, Alghero (Sardegna). Per l’individuazione degli aeroporti strategici di ciascun bacino sono stati presi in considerazione “innanzitutto gli aeroporti inseriti nella core network europea, tra i quali, in primis – si legge ancora nel Piano -, i gate intercontinentali (Milano Malpensa, Venezia, Roma Fiumicino). Pertanto, laddove, come nel bacino Nord-Ovest, sono risultati inseriti piu’ aeroporti rientranti nella core network, si e’ individuato quale aeroporto strategico del bacino quello rivestente il ruolo di gate intercontinentale, ossia Milano Malpensa. Solo nel caso in cui – nel bacino individuato – non e’ risultato insistere alcun aeroporto incluso nella core network, si e’ individuato quale aeroporto strategico quello inserito nella comprehensive network con maggiori dati di traffico (rispettivamente: Bari, per il bacino Mediterraneo-Adriatico, Lametia per il bacino calabrese e Catania per il bacino della Sicilia orientale)”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com