Fim Cisl su Keller“La Regione intervenga, fra due mesi a rischio i 200 posti di lavoro”

“Il 5 febbraio scadrà la cassa integrazione straordinaria per i circa 200 operai della keller di Carini, se non scatterà un nuovo piano industriale il rischio concreto è il licenziamento, subito dopo, di tutti i lavoratori. Si faccia presto trovando le adeguate soluzioni industriali , la Regione si attivi con tutti gli strumenti possibili”. Ad affermarlo sono Ludovico Guercio Segretario Fim Cisl Palermo Trapani e Carlo Catalano Rsu Keller,nel giorno in cui gli operai dell’azienda, in concordato preventivo, sono scesi in piazza davanti la sede della Presidenza della Regione e dell’assessorato alle Attività Produttive, per chiedere un intervento del governo regionale. L’assessore ha inviato oggi una lettera al Ministero Sviluppo Economico per chiedere la convocazione di un tavolo nazionale che affronti il tema di un progetto industriale che rilanci lo stabilimento. “La Regione ha già dato disponibilità di intervenire attraverso il progetto di sviluppo del settore materiale rotabile in Sicilia coinvolgendo la partecipata Ast, come precisato nella lettera inviata al Ministero. I tempi però stringono –concludono Guercio e Catalano – bisogna fare presto e dare risposte agli operai che sono stanchi di attendere.”

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com