Lo chef Natale Giunta da marzo a Miami “ Omaggio alla Sicilia, cibo di strada e cucina mediterranea”

Quando i legumi, diffusi da est ad ovest del Mediterraneo, come i ceci diventano humus speziato , oppure le fave diventano macco  e si sposano con il pesce,  fresco o con il baccalà, quando il tonno rosso si ricopre del verde pistacchio,  nasce un incontro perfetto tra la terra ed il mare. Piatti sempre coronati da un filo d’olio extravergine,  magari aromatizzato alle erbe. Allora, si può ben dire che la dieta mediterranea è nel piatto.

La cucina siciliana, dove l’incontro tra pesce, cereali e verdure  è una costante della cucina tradizionale e povera, basti pensare alla pasta con le sarde (pesce, finocchietto, uvetta,pinoli e zafferano) è lo specchio del Mediterraneo.  Ma anche della creatività come le arancine, che da tradizionali si riempiono di nero di seppia  o di verdure. La cucina siciliana, a patto che rispecchi i veri sapori della terra d’ origine, è  pronta ad andare in giro per il mondo come ambasciatore di cultura e di salute. Ne è convinto lo chef palermitano Natale Giunta, che nel suo menù ideato per valorizzare i prodotti siciliani a filiera corta che presto avranno il marchio Born in Sicily, si prepara a sbarcare a Miami  ad inizio marzo  su “Ocean Drive”. Un locale dove scoprire il cibo di strada, un bar, pasticceria, gelateria e rosticceria a marchio tutto siciliano.

“Sarà  un grande omaggio alla Sicilia, il primo  forte concept Sicilia sulla costa est degli Stati Uniti.   Dovunque vada all’estero e parlo di Sicilia, ci spiega Giunta, vedo occhi illuminati ed entusiasmo verso la nostra terra. Tutto quello che viene da quest’ isola suscita gradimento. E’ vero, non siamo gli unici depositari della cucina mediterranea, regioni come la Toscana o la Liguria hanno una loro forte identità culinaria e prodotti  di alta qualità come olio, vino, legumi, pasta artigianale, che   fanno già il giro del mondo. Ma la  cucina Born in Sicily viene accolta nel mondo come una novità, e l’ identità siciliana è ormai molto forte e ricercata”.

M. Laura Crescimanno

Autore: Maria Laura Crescimanno

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com