Randazzo: al via rottamazione occhiali usati e prezzi “sociali”

Un finale d’anno all’insegna della solidarieta’ per Gruppo Randazzo, primaria catena di ottica con 187 negozi in Italia (101 a insegna Optissimo, 86 Corner Optique) che promuove a novembre e dicembre due iniziative di responsabilita’ sociale: rottamazione dei vecchi occhiali grazie a un accordo con il “Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati” e occhiali da vista a prezzi “sociali” per i possessori di “Carta Acquisti” sono i progetti di cui si fa carico Optissmo con i suoi punti vendita presenti in 15 regioni d’Italia. Grazie a un accordo con il “Centro Italiano Lions per la Raccolta degli Occhiali Usati” tutti coloro che porteranno nei negozi Optissimo aderenti all’iniziativa il proprio occhiale usato nei mesi di novembre e dicembre, riceveranno in cambio un buono da 100 euro spendibile su un modello da vista o 50 euro per uno da sole. I vecchi occhiali saranno rivitalizzati e donati da Optissimo ai Lions impegnati da 70 anni in iniziative a favore dei non vedenti e delle persone con problemi di vista nei Paesi in via di sviluppo. Dopo le molte adesioni del 2012 Optissimo offrira’ nuovamente l’opportunita’ alle persone e alle famiglie in difficolta’, titolari della Carta Acquisti (la social card lanciata dal Governo nel 2008), di acquistare gli occhiali da vista completi di lenti a un prezzo sociale di 9 euro.

La Carta Acquisti, il cui fondo e’ stato incrementato di 250 milioni di euro per il 2014, allarghera’ l’utenza anche agli stranieri che vivono in Italia e in possesso di permesso di soggiorno e punta a raggiungere tutte le famiglie in poverta’ assoluta: oltre un milione, pari al 4,2% del totale di quelle residenti nel nostro Paese. L’iniziativa senza fini di lucro, sara’ valida da novembre a dicembre nei negozi Optissimo. L’occhiale verra’ realizzato con lenti di qualita’ e la montatura si potra’ scegliere su buona parte dell’assortimento. Per comprare l’occhiale i possessori della Carta Acquisti devono esibire la card e compilare un modulo. Ne possono beneficiare anche i familiari mostrando in negozio lo stato di famiglia. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com