Ragusa. Scicli, monumenti chiusi riaprono grazie a “Rubino | rotte del vino” in programma 1, 2 e 3 novembre

Eletto a luogo di punta della manifestazione “Rubino – Rotte del vino”, il Convento della Croce a Scicli riprenderà vita durante il fine settimana, dall’1 al 3 novembre prossimi, grazie alla manifestazione dedicata al turismo esperienziale. Un progetto ad ampio respiro, lanciato dal gruppo SEM che mira ad accendere i riflettori sugli “spazi espressivi monumentali” della città, facendo scoprire e rendere nuovamente fruibili luoghi di grande bellezza e fascino solitamente non accessibili. Proprio il complesso del Convento della Croce sarà il centro nevralgico della tre giorni, ospitando le 24 cantine presenti e le differenti iniziative in programma approfittando di luoghi dallo straordinario fascino che si affacciano su un panorama mozzafiato.

Collocato sulla sommità del colle di San Marco, il complesso gode infatti di uno sguardo privilegiato sulla città di Scicli. Si compone di una chiesa, dell’annesso convento francescano del terz’ordine e dell’oratorio di Santa Maria di Sion che risale alla seconda metà del Quattrocento e che custodiva un’importate serie di affreschi databili tra il XV e il XVI secolo. Il Convento della Croce sarà fruibile gratuitamente per i visitatori così come le degustazioni a cura di Slow Food mentre per i percorsi degustazione dedicati al vino (in programma venerdì 1 novembre dalle 15 alle 18, sabato  2 e domenica 3 novembre dalle ore 10,30 alle ore 18) è necessario acquistare un ticket wine che permette anche l’utilizzo del servizio di bus navetta con partenza da Largo Gramsci. Le attività proseguono dopo le ore 18 nel centro storico di Scicli con percorsi artistici, concerti serali e con le cene con i produttori vitivinicoli. Aggiornamenti e approfondimenti sui social network con hashtag #SEMrubino (Facebook, Twitter, Instagram e Google+). Info su www.semscicli.it. La manifestazione gode del patrocinio del Comune di Scicli e della collaborazione della Soprintendenza iblea.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com