Ars: Cgil e Spi “trattamenti pensionistici al di fuori da realtà”

“L’esistenza ancora oggi in Sicilia di trattamenti pensionistici privilegiati e’ un fatto al di fuori dalla realta’, da qualunque idea di equita’ e giustizia sociale. Ma anche da qualsivoglia coerenza rispetto a una spending review che appare oggi strada obbligata, ma che la classe politica continua ad aggirare evitando accuratamente proprio i tagli ai costi della politica e l’abolizione dei privilegi”. Lo dicono Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia e Saverio Piccione, segretario generale dello Spi Cgil regionale, a proposito della vicenda di Giovanni Tomasello, segretario generale dell’Ars, andato in pensione a soli 57 anni e con una mega liquidazione. “Ancora una volta – aggiungono – dobbiamo constatare i privilegi di chi tocca l’Ars. Il tema non e’ l’esercizio di un diritto da parte della persona interessata, ma il fatto che il legislatore consenta ancora oggi in una regione in grave crisi, dove il 70% dei pensionati arriva appena a 500 euro netti al mese e l’80% e’ comunque al di sotto dei 700 euro, che esistano queste sperequazioni”. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com