Palermo. Gdf: mafia e usura, confiscati beni per 2.7 mln

Un ingente patrimonio, costituito da numerosi beni immobili, tra cui una palazzina, una villa, diversi appartamenti, magazzini commerciali, automezzi e disponibilita’ finanziarie, per un valore complessivo di oltre 2,7 milioni di euro, e’ stato sottoposto a confisca dalla Guardia di Finanza di Palermo in esecuzione di due distinti provvedimenti emessi dall’Ufficio misure di prevenzione del Tribunale di Palermo a carico di altrettanti soggetti. Un primo provvedimento e’ stato eseguito nei confronti di F.F., 75 anni, originario di Palermo, indicato come appartenente alla famiglia mafiosa della “Guadagna”, gia’ tratto in arresto nel 1984 e condannato in via definitiva nel 1990 dalla Corte d’Appello di Palermo ad otto anni e sei mesi di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso e rapina; scontata la pena, e’ stato nuovamente arrestato nel 2009, insieme ad altre persone, per reati di mafia e condannato nel 2010 a tre anni e dieci mesi di reclusione. Nello specifico, la confisca ha riguardato nove unita’ immobiliari (tra cui una palazzina, diversi appartamenti, una villa e magazzini commerciali) a Palermo, 2 autoveicoli, 1 autocarro e disponibilita’ finanziarie, per un valore complessivo di oltre 2.3 milioni euro. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com