Legalità: Bubbico visita coop nate su terreni confiscati

Domani, il viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico, sara’ in Sicilia per visitare alcune cooperative sorte su terreni confiscati alla mafia e incontrare operatori e lavoratori impegnati in queste imprese. Ad accompagnare il viceministro Bubbico saranno il prefetto Giuseppe Caruso, direttore dell’Agenzia Nazionale per i beni confiscati; Bruno Busacca, responsabile Relazioni istituzionali di Legacoop; Elio Sanfilippo, presidente di Legacoop Sicilia; e Filippo Parrino, presidente di Legacoop Palermo. Il programma prevede diverse tappe a partire da Altavilla Milicia dove alle 10,45, il rappresentante del governo visitera’ il centro “Cambio Rotta”, noto come “Villino Geraci”, splendida villa sul mare trasformata dal Consorzio Ulisse in un centro culturale polivalente rivolto a giovani e adulti dove si realizzano eventi culturali e sociali. A seguire, Bubbico si trasferira’ all’agriturismo Portella della Ginestra a Piana degli Albanesi, intorno alle 12.30, per un pranzo di lavoro con i soci e con i presidenti delle cooperative che gestiscono beni confiscati e con i rappresentanti del Consorzio Sviluppo e Legalita’ dei comuni del corleonese. L’agriturismo sorge su una masseria confiscata a Bernardo Brusca, oggi di proprieta’ del Consorzio Sviluppo e Legalita’. E’ stata restaurata con fondi del Ministero degli Interni e assegnata alla cooperativa Placido Rizzotto Libera Terra.

Al termine del pranzo di lavoro, Bubbico si trasferira’ a San Cipirello dove alle 15 e’ prevista la visita alla Cantina “Cento Passi” del Consorzio Libera Terra Mediterraneo dove si producono i vini della cooperativa Placido Rizzotto. Infine, alle 16,15, il viceministro e i dirigenti di Legacoop, si recheranno alla Palazzina della Legalita’ di Corleone per incontrare i volontari, i soci della cooperativa sociale Lavoro e Non solo e le istituzioni locali. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com