Raffineria Gela: Montante “occorre accelerare iter autorizzativi”

“A distanza di qualche giorno dalla presentazione del Piano industriale per il rilancio della Raffineria di Gela, e dalle valutazioni positive che ne sono derivate, occorre procedere, concretamente, alla fase di attuazione, con il necessario supporto delle Istituzioni e delle parti sociali”. Cosi’ in una nota Confindustria Sicilia, secondo cui “l’importante investimento, pari a 700 milioni di euro, che consentira’ alla Raffineria di Gela di compiere un salto di qualita’, divenendo un polo tecnologico di eccellenza, con impianti dotati di know how tecnico di ultima generazione, avra’ ricadute rilevanti per il territorio interessato e per tutta la Regione”. Secondo Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia, “sara’ fondamentale il ruolo attivo che rivestiranno le Istituzioni competenti, siano esse territoriali che nazionali, nel rilascio delle varie autorizzazioni e concessioni, auspicabilmente anche attraverso task force ministeriali, per semplificare quanto piu’ l’iter e completare tutta la fase del permitting, tenendo conto che il fattore tempo per un investimento di questa portata e’ determinante”.

“A distanza di qualche giorno dalla presentazione del Piano industriale per il rilancio della Raffineria di Gela, e dalle valutazioni positive che ne sono derivate, occorre procedere, concretamente, alla fase di attuazione, con il necessario supporto delle Istituzioni e delle parti sociali”. Cosi’ in una nota Confindustria Sicilia, secondo cui “l’importante investimento, pari a 700 milioni di euro, che consentira’ alla Raffineria di Gela di compiere un salto di qualita’, divenendo un polo tecnologico di eccellenza, con impianti dotati di know how tecnico di ultima generazione, avra’ ricadute rilevanti per il territorio interessato e per tutta la Regione”. Secondo Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia, “sara’ fondamentale il ruolo attivo che rivestiranno le Istituzioni competenti, siano esse territoriali che nazionali, nel rilascio delle varie autorizzazioni e concessioni, auspicabilmente anche attraverso task force ministeriali, per semplificare quanto piu’ l’iter e completare tutta la fase del permitting, tenendo conto che il fattore tempo per un investimento di questa portata e’ determinante”.

“Confindustria Sicilia, che e’ stata gia’ a fianco della raffineria di Gela nella presentazione del Piano industriale – aggiunge -, supportera’ l’azienda nell’interlocuzione con i vari soggetti responsabili a vari livelli del rilascio di autorizzazioni, concessioni e pareri, affinche’ gli iter necessari si svolgano nei tempi e nel pieno rispetto della normativa vigente in materia. In tal modo potremo dimostrare anche all’esterno del nostro Paese che con la fattiva collaborazione di tutti e’ possibile in Italia fare investimenti”. “Confido – conclude Montante – che il rilancio del sito possa essere l’occasione per le imprese locali di consolidarsi, puntando sull’innovazione e sulla competitivita’, precondizioni indispensabili per le aggiudicazioni di commesse. Sono certo, altresi’, che anche il Sindacato, nelle sue varie espressioni organizzative, sapra’ con responsabilita’ contribuire alla ripresa del sito industriale attraverso accordi innovativi improntati al rilancio della produttivita’ e della flessibilita’

(ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com