Messina. Credito: CISL raccoglie a Messina firme contro super compensi top manager

E’ partita anche a Messina con la firma, tra le prime, del sindaco Renato Accorinti, la petizione per la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dalla Fiba, la Federazione Italiana bancari e Assicurativi della Cisl. Il progetto di legge prevede un tetto per la retribuzione fissa dei manager privati di 294.000 euro (pari a quello dei manager pubblici) e un rapporto di 1:1 per il salario variabile (come da indicazioni europee) ed è finalizzato a una regolamentazione che abolisca anche i bonus relativi alle maxi liquidazioni. “Io ho già messo un tetto alla mia retribuzione – ha detto al momento della firma il sindaco Accorinti – infatti non guadagnerò un euro in più di quanto è il mio stipendio da insegnante. Non posso, quindi, non condividere l’iniziativa della Cisl e della Federazione Bancari della Cisl”. Questa, spiega il sindacato in una nota, è la prima di una serie d’iniziative che la Fiba e la Cisl intendono mettere in campo per contribuire alla riforma della finanza e dei mercati e per rilanciare il ruolo dei lavoratori nella società e nel sistema bancario e assicurativo nella consapevolezza che la vera emergenza del Paese sia l’equità sociale. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com