Il Tribunale di Catania dice sì a Coop per acquisire sei pdv di Aligrup

Coop può acquisire sei supermercati ex Aligrup. Lo ha deciso la sezione fallimentare del Tribunale di Catania che dà parere positivo alla richiesta del gruppo distributivo. Dopo la sentenza di condanna in appello per associazione mafiosa a Sebastiano Scuto, titolare dell’azienda,  a cui sono stati confiscati tutti i beni, i lavoratori temevano il peggio.

Coop rientra quindi in scena nella lunga e complessa vicenda Aligrup che, a causa delle vicende giudiziarie del suo titolare, si è sgretolata a poco a poco fino alla chiusura. Oltre 1600 i lavoratori coinvolti a cui si aggiungono i circa 4.000 dell’indotto. Nel corso dei mesi alcuni punti vendita sono stati acquisiti da gruppi della gdo in Sicilia. Qualche giorno fa il ministero ha approvato la richiesta di Cassa integrazione straordinaria per i lavoratori Aligrup avanzata per procedura concorsuale.

I sindacati si dicono soddisfatti ma puntano l’attenzione sui supermercati non ancora acquisiti.  “Siamo soddisfatti  – afferma Marianna Flauto della Uiltucs – del fatto che un’azienda a livello nazionale abbia acquisito i punti vendita offrendo chiaramente garanzie più solide. Auspicavamo che fossero coinvolti più punti vendita e a tal proposito, considerando che a Palermo sono rimasti disponibili perché è in atto la recessione dell’affitto del ramo d’azienda”. Interviene anche il segretario generale Cisl Catania Rosaria Rotolo che spiega: “La decisione positiva del giudice delegato del Tribunale fallimentare di Catania sull’offerta presentata dalle Coop per sei punti vendita, comprese Le Zagare, è davvero un buon segnale. La notizia della sentenza e della confisca dei beni aveva acceso molte preoccupazioni per il rischio che qualcosa si potesse bloccare. Mentre la decisione del Tribunale di voler procedere con queste cessioni testimonia la volontà di accelerare i tempi nelle operazioni”.

Autore: Alessandra Bonaccorsi

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com