Mafia: negli ultimi vent’anni in manette 9400 boss

Manca solo Matteo Messina Denaro tra gli arresti eccellenti. Negli ultimi vent’anni sono stati 9436 i mafiosi a finire in galera, di cui 1897 affiliati a Cosa Nostra, 2799 alla ‘ndrangheta, 2582 alla camorra, 708 alla Sacra Corona Unita pugliese e 1451 aderenti ad altre organizzazioni criminali. Nello stesso periodo sono stati sequestrati beni mobili e immobili per 12 miliardi 386 milioni 257 mila euro, di cui 6 miliardi 502 milioni 395 mila euro a esponenti e prestanome di Cosa Nostra, mentre sono stati confiscati patrimoni per 1 miliardo 902 milioni 145 mila euro, la meta’ a Cosa Nostra per 917 milioni 686 mila euro. Ma il boss trapanese rimane ancora inafferrabile. Secondo l’ultima “Relazione al Parlamento sulla politica dell’informazione per la sicurezza”, redatta dai servizi segreti e analizzata nel nuovo numero di ASud’Europa, settimanale del Centro Pio La Torre, il boss di Castelvetrano, invece, “forte di una nuova identita’ e, si dice, persino di nuove sembianze, sembrerebbe girare indisturbato per la Sicilia, per l’Italia e per l’Europa, anche se la sua attivita’ sarebbe circoscritta nel Trapanese [dove] il boss latitante Messina Denaro, pur rivestendo un ruolo di indiscusso riferimento carismatico deve fronteggiare una sempre piu’ difficile latitanza”. Ma le minacce che incombono sull’Italia, secondo la Relazione, non provengono solo dalla criminalita’ organizzata ma anche dalle nuove tecnologie e dalle tensioni sociali nel bacino del Mediterraneo. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com