Terna: il cda approva i risultati 2012: Utile netto 464 440 +5,5%, ricavi 1.806 1.636 +10,4%

Il Consiglio di Amministrazione di TERNA SpA, riunitosi ieri (lunedì) sotto la presidenza di Luigi Roth, ha approvato i risultati 2012 presentati dall’Amministratore Delegato Flavio Cattaneo. “Chiudiamo anche il 2012 con risultati molto buoni, che testimoniano l’eccellenza professionale raggiunta dalla squadra di Terna – ha commentato l’amministratore delegato Flavio Cattaneo.

I Ricavi consolidati dell’esercizio 2012 ammontano a 1.806 milioni di euro, di cui 1.592 milioni di euro riferiti alla Capogruppo e 197 milioni di euro riferito alla controllata Terna Rete Italia Srl, con una crescita di 170 milioni di euro (+10,4%) rispetto all’esercizio 2011, principalmente ascrivibile al corrispettivo per il trasporto di energia sulla Rete di Trasmissione Nazionale ed ai risultati conseguiti dalle Attività Non Tradizionali svolte dal Gruppo, pari a 86 milioni di euro.

I Costi operativi, pari a 416 milioni di euro, registrano un incremento di 10 milioni di euro (+2,5%) rispetto all’esercizio precedente, sostanzialmente per l’effetto combinato della riduzione dei costi del personale e dell’ aumento degli altri oneri core.

2 L’Ebitda (Margine Operativo Lordo) si attesta a 1.390 milioni di euro, di cui 64 milioni di euro riferibili ad Attività Non Tradizionali, con un incremento di 160 milioni di euro (+13%) rispetto ai 1.230 milioni di euro del 2011. L’Ebitda margin passa dal 75,2% del 2011 al 77% dell’esercizio 2012.

Gli ammortamenti dell’esercizio crescono di 27 milioni di euro rispetto al 2011, principalmente attribuibili all’entrata in esercizio di nuovi impianti.

L’Ebit (Risultato Operativo) è pari a 969 milioni di euro, in crescita di 133 milioni di euro (+15,9%) rispetto ai 836 milioni di euro del 2011.

Gli oneri finanziari netti dell’esercizio si attestano a 93 milioni di euro, in calo di 28 milioni di euro

rispetto al 2011 sostanzialmente per gli effetti dovuti alla riduzione dei tassi d’interesse.

Le Imposte sul reddito a carico dell’esercizio sono pari a 412 milioni di euro, con una crescita di 24 milioni di euro (+6,2%) rispetto al 2011, essenzialmente per effetto dell’incremento del risultato dell’esercizio.

Il tax rate risulta pari al 47%, rispetto al 54,3% del 2011, sul quale aveva inciso l’impatto non

ricorrente dell’adeguamento del Fondo Imposte Differite, per effetto dell’applicazione dell cosiddetta Robin Hood Tax. Al netto di tale effetto, il tax rate 2012 risulta comparabile con quello del 2011.

L’Utile Netto di Gruppo si attesta a 464 milioni di euro, in crescita di 24 milioni di euro (+5,5%) rispetto al risultato 2011, che includeva 113 milioni di euro derivanti dalle attività operative cessate.

La situazione patrimoniale-finanziaria consolidata al 31 dicembre 2012 rileva un Patrimonio netto di Gruppo pari a 2.794 milioni di euro (a fronte dei 2.751 milioni di euro al 31 dicembre 2011).

Gli investimenti complessivi del Gruppo nel 2012 sono pari a 1.235 milioni di euro, in crescita dello 0,5% rispetto ai 1.229 milioni del 2011.

I Dipendenti del Gruppo a fine 2012 sono 3.436, in diminuzione di 59 unità rispetto al 31 dicembre.

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com