Edilizia: Filca Cisl “Crocetta convochi immediatamente parti sociali Palermo

“Il blocco da parte dell’Ue di 4,4 miliardi di euro dei fondi Fers e’ una notizia drammatica per la Sicilia ed ancora di piu’ per il comparto edile che e’ ormai agonizzante. Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta e l’assessore alle Infrastrutture Nino Bartolotta devono convocare prima possibile le parti sociali e discutere di programmi e progetti per questo settore, il piu’ importante per l’economia siciliana”. Lo dichiara Santino Barbera, segretario generale della Filca Cisl Sicilia. “Attendiamo – aggiunge – risposte dal governo regionale, a cui il 22 novembre del 2012, con un documento condiviso da tutte le parti sociali, era gia’ stato richiesto formalmente un incontro. Ancora una volta la politica e la burocrazia siciliana stanno dimostrando poca capacita’ di rimettere in sesto l’economia dell’isola. Purtroppo siamo sempre in ritardo, in ritardo con la progettazione, in ritardo con la programmazione e di conseguenza con lo sviluppo economico e sociale, restando sempre indietro. A pagare le spese di questi ritardi sono sempre i siciliani in termini di mancanza di servizi minimi e di sbocchi occupazionali”. Secondo Barbera, in seguito al congelamento dei fondi Fesr destinati alla Sicilia si rischia che “le risorse comunitarie non spese in progetti concertati e condivisi non arrivino mai nella nostra terra ma siano dirottati in altri paesi, molto piu’ capaci delle amministrazioni locali di pianificare progetti di spesa”. “Non possiamo permetterci il lusso di perdere i fondi comunitari – conclude Barbera – il governo regionale non rimanga sordo rispetto alle richieste delle parti sociali e affronti in modo complessivo l’emergenza del settore edile in Sicilia”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com