Aeroporti: Matteoli “nuovo piano è solo spot ma genera allarme”

“Il nuovo piano degli aeroporti italiani e’ solo uno spot propagandistico di un governo dimissionario e senza reali poteri. Invece di generare allarme in varie citta’ come Pisa, Firenze, Catania, Lamezia Terme il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avrebbe potuto evitarci quest’ultima inutile prova di presunta efficienza in limine mortis, lasciando direttamente al prossimo governo che per fortuna sara’ politico il compito di assumere decisioni cosi’ importanti”. Lo afferma in una nota il senatore del Popolo della Liberta’ Altero Matteoli, ex ministro dei Trasporti. “Anche in tale occasione il governo – aggiunge Matteoli – ha mostrato insensibilita’ politica ed assenza di rapporti con le realta’ locali e con le citta’ in cui ricadono gli scali aeroportuali. Aver voluto distinguere tra aeroporti di presunta serie A e presunta serie B ha generato giustificato allarme, proteste e malcontento che comprendiamo e che potevano essere evitati alla luce del fatto che tale distinzione e’ piu’ formale che sostanziale. C’e’ pero’ – osserva – la decisione del Ministero di non realizzare piu’ il nuovo scalo di Viterbo che avrebbe dovuto decongestionare Fiumicino e sostituire Ciampino e di penalizzare in prospettiva realta’ come Pisa, Firenze, Catania, Lamezia in crescente sviluppo. Sono scelte cervellotiche e senza alcuna logica politica. Desidero comunque tranquillizzare quanti stanno protestando che ogni decisione sul piano degli aeroporti verra’ assunta dal nuovo governo e dal nuovo Parlamento di comune accordo con la Conferenza Stato-Regioni. Resta – conclude Matteoli – la poca affidabilita’ del governo dei tecnici che anche in tale circostanza ha toppato”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com