Palermo: scoperta evasione, sequestrati beni per 2.5 mln

Una maxi evasione fiscale e’ stata scoperta dalla Guardia di finanza di Palermo che ha sequestrato beni per 2.5 milioni di euro. Al centro dei controlli e’ finita una societa’ palermitana operante nel settore del commercio dell’oro e dei preziosi. L’ispezione dei finanzieri e’ scattata alla fine di novembre, su disposizione della Procura. Inizialmente, l’attivita’ delle Fiamme gialle e’ stata circoscritta al riscontro dell’effettivo mancato versamento da parte del contribuente delle imposte relative alla sola annualita’ 2008 per un ammontare complessivo pari a circa 800 mila euro. Successivamente, i militari hanno accertato che la societa’ aveva adottato un’analoga condotta anche negli esercizi 2009 e 2010, pervenendo, quindi, a ricostruire una ulteriore evasione d’imposta di circa 1.7 milioni di euro. L’esame contabile operato dai finanzieri ha permesso di rilevare ulteriori irregolarita’ a carico del contribuente al quale e’ stata contestata l’indebita deduzione di costi per oltre 12 milioni di euro e la mancata dichiarazione di ricavi per oltre 2 milioni di euro. Cosi’ il legale rappresentante della societa’ e’ stato denunciato per omesso versamento delle imposte riferite alle annualita’ 2008, 2009 e 2010 sia per avere presentato, per tutti gli anni controllati, dichiarazioni infedeli ai fini delle imposte dirette e dell’Iva. Da qui il provvedimento di sequestro preventivo “d’urgenza” del gip del Tribunale di Palermo. Sotto sequestro sono finite quattro unita’ immobiliari e disponibilita’ liquide riconducibili al contribuente per un ammontare complessivo pari a oltre 2.5 milioni di euro. (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com