Capodanno: vince tavola anticrisi, 4 italiani su cinque in famiglia

Secondo la Cia, quasi quattro italiani su cinque festeggeranno la notte di San Silvestro tra le mura domestiche, spendendo in totale 1,3 miliardi di euro. E per risparmiare bandite ancora una volta le mode esotiche: “sara’ un trionfo di prodotti della cucina tradizionale made in Italy – afferma la Confederazione -. Immancabili cotechini, zamponi, lenticchie e spumante”. A farla da padrone saranno i piatti e la cucina del territorio, a tutto vantaggio delle tradizioni ma anche del portafoglio. Tra gli oneri fiscali di fine anno e le spese per il Natale appena trascorso, infatti, le famiglie opteranno per una tavola “anti crisi”, scegliendo prodotti del luogo e contenendo il budget medio tra i 20 e 25 euro a persona. “Meno del 20 per cento degli italiani scegliera’ ristoranti o trattorie per attendere l’arrivo del 2013”, sostiene la Cia. In ogni caso, “che sia in un locale o a casa con amici e parenti non si fara’ a meno dei piatti simbolo di Capodanno. Prima di tutto cotechini, zamponi e lenticchie, tradizionali e soprattutto convenienti, con un consumo stimato rispettivamente in 2,5 e 5 milioni di chili in totale. Il tutto accompagnato dalle immancabili bollicine, visto che il conto delle bottiglie di spumante stappate in queste festivita’ salira’ a 90 milioni con la notte di San Silvestro, e si trattera’ nel 95 per cento dei casi di bollicine nazionali”. Per la spesa dei cenoni di Capodanno gli italiani spenderanno 2 miliardi, il 3% in meno rispetto allo scorso anno. Lo sostiene la Coldiretti, secondo cui sulle tavole aumentera’ la presenza dei prodotti Made in Italy piu’ tradizionali, dal cotechino (+8 per cento) alle lenticchie (+14 per cento), dalla frutta di stagione (+15 per cento) allo spumante (+20 per cento) mentre crollano le mode esterofile del passato pagate a caro prezzo come ciliegie, pesche fuori stagione o ananas (-3 per cento), caviale (-2 per cento) e champagne (-1 per cento). Lo spumante si conferma come il prodotto immancabile e sara’ bevuto da 44 milioni di italiani (87 per cento). Segue a ruota il panettone al quale non rinunceranno in 40 milioni (80 per cento) che vince sul pandoro (prescelto da 34 milioni, pari al 68 per cento). Registrano un vero boom – precisa la Coldiretti – le lenticchie che, in un momento di difficolta’, sono chiamate a portar fortuna nei piatti di 39 milioni di italiani (il 78 per cento) insieme al cotechino o allo zampone (lo mangeranno in 31 milioni pari al 62 per cento). (ITALPRESS).

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com