Arriva al traguardo Prometeo: piano di formazione per 74 aziende

Settantaquattro imprese siciliane dei settori turistico-alberghiero, agroalimentare e terziario coinvolte e un unico obiettivo: raggiungere l’eccellenza, scommettendo sul trinomio territorio, qualità, capitale umano.

Si conclude ufficialmente oggi il piano di formazione Prometeo (Promuovere le Eccellenze nel distretto Taormina Etna per la crescita dell’occupazione), realizzato dalla società catanese Civita e finanziato da Fondimpresa, il più importante tra i fondi interprofessionali per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, giunto ieri alle battute finali dopo 2700 ore di lezione e circa 500 lavoratori “formati”.

Delle 74 aziende delle province di Messina e Catania che hanno preso parte al piano, 17 operano nel settore turistico-ricettivo, 38 nell’ambito dell’agricoltura, della pesca e  dell’agroalimentare e altre 19 sono attive in  altri settori.

“È un piano costruito dal basso, sentendo ognuna delle aziende che vi partecipano, cogliendo per ognuna i fabbisogni formativi – ha dichiarato Nanda D’Amore, presidente Civita — convinti che il miglioramento  professionale sia elemento di sicuro successo per quell’azienda”.

Nell’ambito del piano Prometeo anche un workshop dedicato al public speaking, ovvero alla comunicazione pubblica, ma declinata al femminile.

“È un territorio in cui il turismo esiste già, che, però, non dà ancora oggi risultati di massima efficienza – ha dichiarato il professor Mario Bolognari, presidente del Distretto Taormina Etna – oggi il problema è utilizzare al meglio, più razionalmente, quello che abbiamo già costruito”. “Possiamo avere gli alberghi più belli del mondo, le funivie, gli impianti sciistici – ha spiegato Bolognari – ma se poi le persone non traducono in atti concreti l’astratto principio dell’accoglienza, noi di tutto il resto non ce ne facciamo niente”.

Autore: Alessandra Bonaccorsi

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com