Termini Imerese: Passera “si cerca alternativa”, sindaco “fare presto”

Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, nel corso di una audizione alla Commissione Industria del Senato, in merito alla vicenda degli stabilimenti di Termini Imerese ha dichiarato: “Cercheremo un’alternativa, non possiamo far passare i tempi senza andare a cercare un’alternativa anche per le risorse importanti che la Regione ha messo a disposizione. Sappiamo che il momento non e’ favorevole”.

A tale riguardo il sindaco di Termini Imerese, Toto’ Burrafato, che non nasconde la propria preoccupazione per i ritardi che si stanno accumulando nella scelta per il dopo Fiat ed invita a non perdere altro tempo utile, ha commentato: “Abbiamo bisogno di un immediato confronto in sede ministeriale per delineare, alla luce di questa dichiarazione del Ministro Passera, che giunge dopo mesi di assoluto silenzio, un programma chiaro ed esigibile sul polo di Termini Imerese che si fonda su due elementi irrinunciabili: il primo e’ che Fiat non puo’ e non deve considerarsi disimpegnata da Termini finche’ non sara’ individuata una soluzione che garantisca il reimpiego di tutti i lavoratori della Fiat e dell’indotto; il secondo e’ un programma di ammortizzatori sociali, valido per tutti gli addetti del polo industriale siciliano, compatibile con le nuove scelte del MiSe di aprire a nuove alternative industriali per Termini Imerese che prenda le mosse dall’esodo incentivato dei 640 addetti che ancora, purtroppo, tarda ad essere avviato dal ministro Fornero”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com