Termini Imerese: Landini “no tempo, Fiat e governo trovino soluzione”

“Di tempo ne e’ gia’ passato fin troppo. I lavoratori devono avere risposte precise e impegni per dare continuita’ produttiva vera. Non vanno lasciati soli perche’ oggi c’e’ la cassa integrazione ma se entro quest’anno no si trova la soluzione c’e’ il rischio che non ci sia piu’ nulla”. Cosi’ il segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, entrando al ministero dello Sviluppo Economico a Roma per partecipare al tavolo di confronto convocato dal ministro Corrado Passera per trovare una soluzione sul futuro dell’ex stabilimento Fiat di Termini Imerese. Oggi, infatti, dovrebbe scadere l’ultimatum di 15 giorni concesso dal ministro dello Sviluppo Economico al gruppo automobilistico Dr Motor per presentare le garanzie finanziarie necessarie per rilevare lo stabilimento siciliano. Landini ha ricordato che i lavoratori di Termini Imerese “sono ancora tutti dipendenti Fiat e la soluzione per loro va trovata da Governo e Fiat”. “Non siamo disponibili ad accettare la chiusura della fabbrica – ha aggiunto – e il licenziamento di 2 mila persone”. (ITALPRESS)

Autore: Economia Sicilia

Condividi questo articolo su
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com